SHARE

Castiglione della Pescaia- Il porto canale di Castiglione della Pescaia, uno degli scali più belli della Toscana meridionale, è stato per anni tormentato da problemi di insabbiamento che ne hanno limitato la ricettività nautica solo a imbarcazioni fino a 1,6 metri di pescaggio. Finalmente l’Amministrazione Comunale di Castiglione, presieduta dal sindaco Giancarlo Farnetani, ha approvato e dato il via alle operazioni di dragaggio dell’intero Porto Canale e della darsena che garantiranno, almeno per qualche anno, un fondale sufficiente di tre metri all’intero bacino portuale dalla foce fino al ponte stradale sul fiume Bruna.

I lavori di dragaggio, con il cantiere aperto proprio in questi giorni dopo che tutte le barche dei vari concessionari sono state spostate dal Porto Canale, proseguiranno per un mese fino al 15 novembre. Ciò consentirà di aumentare la possibilità di effettuare uno scalo a Castiglione e visitare il suo bel centro storico medievale, durante le crociere nell’Arcipelago Toscano.

Il porto canale di Castiglione della Pescaia sgombro di barche per l'inizio dei lavori di dragaggio. Foto Giovannelli
Il porto canale di Castiglione della Pescaia sgombro di barche per l’inizio dei lavori di dragaggio. Foto Giovannelli

Il dragaggio consentirà in futuro a Castiglione della Pescaia di tornare a organizzare eventi velici anche in classi monotipo a chiglia fissa, riproponendo una tradizione che, grazie alle ideali condizioni meteomarina del mare maremmano con le sue robuste brezze termiche, negli Anni Settanta e Ottanta aveva portato a importanti manifetazioni nel settore delle level class IOR e di altre classi monotipo. Il primo grande evento già messo in calendario dal CV Castiglione della Pescaia è il Mondiale Soling del cinquantennario della ex classe olimpica, assegnato alla cittadina toscana per il maggio 2015.

www.cvcp.it

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here