SHARE

Cagliari- Andrea Mura sarà presente alla Transat Jacques Vabre, classica transatlantica in doppio che partirà il 3 novembre per condurre la flotta da Le Havre a Itajai in Brasile, per un totale di 5400 miglia. Imoca 60, Class 40, Mod 70 e Multi 50, queste le classi in lotta, con il top dei regatanti oceanici a livello mondiale.

Andrea Mura è stato chiamato dal bretone Gilles Lamirè a regatare sul Multi50 RENNES METROPOLE / SAINT-MALO AGGLOMERATION. E’ la prima volta che Andrea Mura si misura in una traversata oceanica su un multiscafo, e l’invito  di Gilles Lamirè sul suo trimarano  Multi50 RENNES METROPOLE / SAINT-MALO AGGLOMERATION è un’occasione per misurarsi con una barca competitiva e veloce.

Lamirè vanta un palmares notevole sui multiscafi, così come Andrea Mura, già vincitore di classe della Route du Rhon 2010, della Quebec Saint Malò 2012, della Twostar 2012 e primo assoluto alla Ostar 2013 .

Andrea Mura festeggia all'arrivo a Newport
Andrea Mura festeggia all’arrivo a Newport

Andrea Mura lascerà quindi per una volta il suo Felci Open 50 Vento di Sardegna a riposo a Cagliari. Andrea Mura è sostenuto dalla Regione Sardegna e da una serie di sponsor privati, tra cui Argiolas Formaggi e Ubiquity, azienda che opera nel mercato del finance e del largo consumo offrendo soluzioni digitali multicanale. Andrea Mura sarà a Plymouth il 25 ottobre per ricevere il trofeo della Ostar (One Star), la più dura delle regate atlantiche in solitario perché contro vento, contromare, controcorrente e alle alte latitudini con temperature polari. Partito da Plymouth in inghilterra il 27 maggio 2013 e arrivato a Newport Rode Island negli USA dopo 3.000 miglia di navigazione. Mura è stato il primo italiano a vincerla su di un monoscafo.

Ricordiamo anche che alla TJV, nei Class 40, parteciperanno le barche italiane Fantastica con Raspadori-D’Alì e Bet 1128 di Gaetano Mura. Alessandro Di Benedetto sarà in regata negli Imoca 60 con il suo Team Plastique.

2 COMMENTS

  1. Il mio migliore in culo alla balena a tutti gli italiani in gara.
    Mura sicuramente sta acquisendo esperienza, però non abbiamo ancora visto un vero confronto perchè in tutte le prove con il mono 50 non aveva avversari diretti e ugualmente competitivi. Si è visto solo nell’ultima Ostar che ha avuto capacità di riprendersi dopo rottura.
    Qui vanno con un tri, più vecchio degli ultimi Orma 50. Questa volta il confronto c’è anche se non è lui al comando. Vediamo
    In culo alla balena!!
    Anche a Gaetano Mura e A Stefano Rspadori per cui faccio il tifo a parimerito. “spaccategli il culo”.
    Anche a De Benedetto senza dubbio ottimo naqvigatore con tantissime miglia in tutti gli oceani al suo attivo che sta provando a imoparare a regatare. Devo dire che per uno che si è avvicinato alla vela così tardi non c’e male.
    Io sono già qui in Brasile non lontano da itajuai ma quando arriverete sarò già nei 40 ruggenti in rotta per il Sud Africa.
    Vi seguo sul web.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here