SHARE

Pirano , Slovenia- Prenderà il via sabato mattina, 26 ottobre, Istra Challenge, l’evento IRC in acque slovene che l’autunno scorso ha riscosso molto interesse tra le barche più competitive dell’alto Adriatico. A difendere il trofeo challenge conquistato alla prima edizione, una pregiata opera in vetro di Murano del maestro Cenedese, torna il Farr 40 Joe Fly, con Sandro Alberti alla tattica.

Istra Challenge
Istra Challenge, il Farr 40 Joe Fly, campione uscente. Foto Carloni

Decisi a contendergli il trofeo una flotta di concorrenti competitivi, quasi tutti hanno una chance per impensierire il campione in carica. Tra gli altri si segnalano Lorenzo Bodini sul Millenium 40 Duferco Energia, suo fratello Marco su Rocket-Itas lo Sly 47 di Caldonazzi che si è preso il lusso di condurre per alcuni minuti la Barcolana davanti a Esimit. Alberto Leghissa sarà tattico sul Bonin 358 Cannibale, un progetto di Cossutti studiato per l’IRC, già vincitore della prima giornata nel 2012. Sempre dal progettista friulano arriva il nuovissimo C30 Raptor, di Antonio Masoli, un racer tiratissimo che promette prestazioni esaltanti. Si batterà in tempo reale contro MummyOne di Querin, un Mumm 30 modificato e White Snake, il One Design 33 by Justin che ha vinto la sua classe alla Barcolana  – col nome di MiniJena – con Mitja Kosmina che tornerà al timone anche a Pirano.  Ammiraglia della flotta sarà il Luffe 54 Fanatic, barca mitica in Adriatico, mentre promette grandi prestazioni in IRC il nuovissimo Xp33 Marrakech Express, l’entry level della casa danese che proprio su questo regolamento è stato progettato.

Tra le novità di quest’anno si segnala che il porto di ospitalità per la flotta si è trasferito nello storico borgo istriano di Pirano, mentre il quartier generale dell’organizzazione è nel Grand Hotel Piran, prospiciente gli ormeggi. Sabato sera cocktail per armatori ed equipaggi presso il Casinò di Portorose.

Le iscrizioni a Istra Challenge sono formalmente aperte fine a domani sera.

www.istrachallenge.com

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here