SHARE

Civitavecchia- Marta Maggetti e Mattia Camboni hanno vinto l’Enel RS:X Youth World Championship conclusosi oggi alla Lega Navale Italiana di Civitavecchia. Mattia Camboni (LNI Civitavecchia) oggi era sceso in acqua per la regata conclusiva (Medal Race) già in testa alla classifica e con un buon margine sul secondo, margine che Camboni ha gestito con maturità chiudendo la Medal al secondo posto e conquistando il titolo iridato con 17 punti di vantaggio sul secondo, l’israeliano Mayan Rafic, e 24 su terzo, l’argentino Birkner.

Mattia Camboni. Foto Taylor/S&T
Mattia Camboni. Foto Taylor/S&T

Marta Maggetti ha vinto nel finale grazie a una prestazione super della giovane rappresentante del Windsurfing Club Cagliari e al contemporaneo crollo dell’israeliana Hadar Heller, che prima della Medal Race era al comando della graduatoria davanti alla stessa Maggetti.

Marta Maggetti
Marta Maggetti. Foto Taylor/S&T

Da segnalare anche l’ottimo quarto posto finale di Daniele Benedetti (LNI Civitavecchia) e il settimo di Michele Cittadini (Windsurfing Club Cagliari) tra i ragazzi, nonché il 16mo di Elena Vacca (Windsurfing Club Cagliari) tra le ragazze.

“Sono molto soddisfatto per questa doppia vittoria, anche perché è una verifica importante del lavoro che abbiamo intrapreso con i ragazzi, i tecnici e i circoli velici che li supportano”, ha dichiarato Michele Marchesini, Direttore Tecnico delle Squadre Nazionali della FIV. “Faccio i complimenti a tutti, in particolare al Tecnico Federale Riccardo Belli Dell’Isca, che ha lavorato con serietà e umiltà con i ragazzi, dimostrando che alla lunga il lavoro paga”.

“Anch’io sono davvero contenta”, ha aggiunto la pluricampionessa Olimpica Alessandra Sensini, vice-DT delle Squadre Nazionali della FIV e Membro della Giunta Nazionale del CONI, presente a Civitavecchia e ovviamente ammiratissima da tutti i ragazzi impegnati in questo Mondiale RS:X Youth. “Con la Federazione abbiamo iniziato un percorso e quindi fa piacere ottenere dei risultati così importanti, anche se siamo solo all’inizio ed è bene restare con i piedi per terra. Questi ragazzi però se lo meritano e queste vittorie fanno bene allo spirito, quindi avanti così, su questa strada. E complimenti”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here