SHARE

Portimao, Portogallo- Per Spindrift 2, con il suo equipaggio di 14 persone guidato da Dona Bertarelli e Yann Guichard, finalmente si prevede una finestra meteo favorevole che potrebbe dare il via, nelle prossime 24 ore, al tentativo di battere il record della Rotta della Scoperta, la traversata Atlantica da Cadice a San Salvador (Bahamas). Spindrift 2 è in stand by a Portimao, nel sud del Portogallo, dal 7 ottobre scorso aspettando di poter sfidare il record del 2007 appartenente al maxi trimarano Groupama. L’equipaggio del maxi trimarano bianco e nero spera di poter attraversare la linea di partenza posta nella baia di Cadice martedì 29 ottobre verso le 12:00 GMT.

Lo stand by forzato a Portimao è stato dovuto principalmente alla situazione meteo caratterizzata dal collasso del sistema di alta pressione delle Azzorre e da un sistema di continue basse pressioni che hanno colpito la costa occidentale della penisola Iberica. L’alta pressione sta finalmente recuperando forza generando venti sostenuti da nord-est, ideali per la prima parte della traversata verso le Isole Canarie. “Questo significa che gli Alisei stanno tornando” ha spiegato Richard Silvani di Meteo France, analista meteo di Spindrift 2  per la sua prima grande sfida transatlantica. “Il sistema di alta pressione delle Azzorre si sta muovendo verso una posizione ideale per Spindrift 2”.

Spindrift
Spindrift

Dona Bertarelli e Yann Guichard cercheranno di sfruttare al meglio l’opportunità di una buona partenza e continueranno a cercare l’ora ideale per attraversare la linea di partenza virtuale da Cadice. “Dopo la partenza dovranno allontanarsi dalle coste della Spagna e dalle zone con poco vento, per incontrare venti più consistenti che dovrebbero variare tra i 25 e i 30 nodi di intensità” ha continuato Richard Silvani. “La prima parte della traversata fino alle Canarie sarà molto veloce con vento stabile e qualche strambata” ha commentato Yann Guichard “le perturbazioni che hanno attraversato l’Atlantico nelle ultime settimane hanno generato un moto ondoso di circa 4 metri di altezza da nord/nord-ovest che sicuramente non ci aiuteranno a navigare velocemente. Una volta lasciate le Canarie a destra, sarà questione di strategia e di scelta della rotta migliore per raggiungere San Salvador. Le opzioni sono quella un percorso più a nord, vicino alla rotta diretta, oppure quella di un percorso più a sud, più lungo ma con condizioni migliori.”

Come sempre nei tentativi di record su lunghe distanze c’è sempre una parte di incertezza con le previsioni oltre i 5 giorni, e l’area dell’arrivo a San Salvador si trova attualmente sotto l’influenza di una bassa pressione, tra due sistemi in cui ci sono venti molto leggeri.

Una volta partito il cronometro, tutto l’equipaggio di Spindrift 2 sarà concentrato sulla sua prima regata contro il tempo. “La pressione sarà alta dall’inizio alla fine e sarà fondamentale mantenere il ritmo durante tutta la traversata” ha dichiarato Dona Bertarelli “Non abbiamo molto margine a disposizione”.

L’equipaggio del maxi trimarano Spindrift 2 per la Discovery Route:

Dona Bertarelli
Yann Guichard
Xavier Revil
Jean Baptiste le Vaillant
Antoine Carraz
Thierry Douillard
Christophe Espagnon
Sébastien Marsset
Nicolas Texier
Erwan Tabarly
François Morvan
Thomas Rouxel
Simone Gaeta (ITA)
Erwan Israel

Metereologo : Richard Silvani

Tempo da battere : 7 gioni, 10 ore, 58 minuti, 53 secondi
Record attuale : Groupama 3 (Franck Cammas) nel 2007
Distanza : 3884 miglia (WSSRC)

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here