SHARE

Cascais, Portogallo- Bet 1128 di Gaetano Mura e Sam Manuard ha subito la scorsa notte una seria avaria all’albero ma sta comunque continuando la regata. Alle 2:13 UTC di oggi, l’avvolgitore alla testa del Solent si è rotto provocando l’uscita della mastra dell’albero dalla sua sede e la caduta dell’albero verso poppa. Fortunatamente, da una ricostruzione parziale, si è capito che i due velisti sono riusciti nell’impresa di rialzare l’albero e stanno ora dirigendo sul porto spagnolo di A Coruña, in Galizia, per effettuare la riparazione con l’intento di proseguire la regata.

Bet1128 di Gaetano Mura
Bet1128 di Gaetano Mura

Abbiamo contattato Giovanni Sanfelice della North Sails, disegnatore delle vele di Bet1128 che è riuscito a parlare con Gaetano Mura: “L’albero è effettivamente caduto a causa della rottura della testa del Solent, ma Gaetano e Sam sono riusciti a rimetterlo su e a riprendere la navigazione per fare scalo a La Coruna. Hanno un problema al carrello del punta stecca che si è danneggiato e mi hanno chiesto di inviare i pezzi necessari”. Dalle notizie che giungono i danni non dovrebbero compromettere la Jacques Vabre di Bet 1128, ma è da verificare la situazione dei cavi elettrici interni e quella del piede dell’albero. Resta da capire come Mura e Manuard siano riusciti a rialberare la barca, un’operazione indubbiamente complessa da eseguire in mare che significherebbe già di per sé avere compiuto un’impresa marinaresca notevole.

Macif, dopo aver riparato il timone di dritta nello scalo portoghese di Peniche, ha ripreso il mare e si trova ora in quinta posizione tra gli Imoca 60, a 58 miglia dal nuovo leader Safran di Guillemot.

Da segnalare il rovesciamento del Multi 50 Arkema Region Aquitaine di Lalou Rouycarol. I due velisti a bordo stanno bene dopo aver indossato le tute da sopravvivenza e si trovano 210 miglia a ovest di Cascais. Un recupero con traino è allo studio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here