SHARE

Bari- Ha preso il via domenica mattina la XV edizione del Campionato Invernale di vela d’altura “Città di Bari”, coordinato quest’anno dalla sezione locale della Lega Navale Italiana. La manifestazione si è aperta come di consueto con la prima giornata del Trofeo Bottiglieri, organizzato dal Circolo della Vela Bari e giunto alla sua XXVI edizione. I 28 equipaggi iscritti (11 altura e 17 mini altura) sono scesi in acqua in una giornata ancora primaverile, ma con notevoli sbalzi di vento che hanno costretto il Comitato di Regata a fare il possibile per disputare le due prove previste.

In regata a Bari. Foto Battista/Taccola
In regata a Bari. Foto Battista/Taccola

La prima si è svolta senza particolari problemi, anche se il vento da terra (180-210° circa) sui 6-7 nodi ha costretto il Comitato di Regata a ridurre il percorso per l’altura. Scelta che non ha falsato, però, l’esito della regata.
Più complessa la seconda prova. Un salto di vento improvviso ha scombinato i piani degli organizzatori che hanno dovuto interrompere la prova per riposizionare il campo di regata. Un’operazione complessa, portata a termine in tempi brevi grazie alla professionalità dei marinai del Circolo della Vela presenti in mare.
Alle 14 il Comitato di Regata ha dato una nuova partenza molto combattuta tra gli equipaggi dell’altura. Due, infatti, le squalifiche per partenza anticipata subite da Orione di Nunzio Pio Bellincontro (LNI Bari) e dai campioni in carica di Exprivia Luduan Reloaded di Giovanni Sylos Labini (CV Bari).

Se per gli altura la prima giornata del “Città di Bari” è stata più complicata del previsto, non si può dire lo stesso per i mini altura che hanno regalato un bellissimo spettacolo agli spettatori che passeggiavano sul lungomare sud di Bari. I 17 equipaggi, divisi in tre classi (Platu25, Melges 24 e Surprise), sono scesi in acqua agguerriti e si sono dati battaglia fino alla fine.

Al termine delle due prove di oggi la classifica overall dei mini altura è guidata da tre Platu25: Five for Fighting 3 di Tommaso De Bellis (LNI Monopoli) con al timone Andrea Airò (CV Bari); That’s Amore (Cus Bari) di Lino Lattanzi timonata dal Presidente dell’VII Zona FIV Alberto La Tegola (CV Bari); Mistral della coppia Soave-Di Paolo (CV Bari) timonata da Nicola Vescia (LNI Trani).

Tra gli altura, invece, al primo posto della classifica overall c’è Morgan IV (CC Barion) di Nicola De Gemmis e al timone Ugo Giordano (LNI Procida), che durante la seconda prova ha lasciato un lato fra sè e l’ultima imbarcazione in gara. Al secondo posto Pervinca (LNI Monopoli) di Cosimo Ostuni, timonata da Francesco Laera (LNI Monopoli), seguita da Scricca di Gianfranco Cioce (CV Bari).

Si tornerà in acqua il 24 novembre per la seconda giornata del XXVI Trofeo Bottiglieri, per scoprire chi si aggiudicherà il trofeo dedicato al vice direttore nautico del Circolo della Vela Bari.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here