SHARE

Guadalupa- Dopo aver guidato la Transat 650 sin dalla partenza a Sada, tredici giorni fa, per Giancarlo Pedote è ora il momento di rincorrere. Prysmian è stato infatti superato nella giornata di lunedì da Benoit Marie, che ha saputo gestire al meglio la sua posizione più meridionale tra un vento assai instabile e i numerosi squalls, i rovesci tropicali che in questi giorni caratterizzano la fascia degli Alisei. Al rilevamento delle 20 di lunedì, Benoit Marie conduceva con 14,1 miglia di vantaggio su Giancarlo Pedote, che però aveva una velocità di due nodi superiore, 9,7 nodi contro i 7,4 del nuovo leader. In gioco è rientrato anche il terzo, Rene Fermin, risalito molto sfruttando al meglio la sua rotta meridionale. Ora il suo Boreal è a 60,9 miglia da Marie (46 da Prysmian), con una notevole separazione sud.

Benoit Marie. Foto
Benoit Marie. Foto Sea&Co

Per i prossimi due giorni la situazione del vento dovrebbe migliorare un po’, ma i solitari saranno chiamati al massimo sforzo per non rischiare di rimanere impantanati in una nuova bolla senza vento prevista tra 72 ore fino ai 45° W. Marie alle 20 era a 1.286 miglia dalla Guadalupa. Michele Zambelli è ora decimo a 504 miglia.

Tra i Serie Aymeric Belloir ha sfruttato bene la sua opzione meridionale e ha un solido vantaggio, 92 miglia, sul secondo. Alberto Bona su Onlinesim.it è ottavo a 396 miglia. 22.Fornaro a 611 miglia; 30.Cuciuc a 815; 32.Iacopini a 924.

http://www.minitransat.fr

2 COMMENTS

  1. Stamattina alle 0800 Giancarlo Pedote aveva già recuperato 5,5 miglia su Benoit Marie e aveva ancora una velocità superiore di 1,5 nodi. Sembra che essere stato superato gli abbia dato parecchio fastidio, ce la sta mettendo tutta per riprendere la posizione di testa!

  2. Bellissima questa competizione attravrso l’Atlantico tirata come se fosse un triangolo nelle nostre ariette!
    Chapeau a Pedote e anche a Marie, immagino lo stress di tenersi sempre allerta. Bisogna avere
    molta determinazione e un grande carattere oltre alle capacità marinaresche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here