SHARE

Itajaì, Brasile- Solo 9 secondi dopo 5.450 miglia di mare, è quanto ha separato Initiatives Coeur e Team Plastique in lotta per l’ottavo e nono posto della Transat Jacques Vabre nella classe Imoca 60. Entrambe barche del 1998, con ben 5 Vendee Globe tra tutte e due nella chiglia. Alla fine hanno prevalso, proprio sull’arrivo, Tanguy de Lamotte e Francois Damien davanti agli italiani Alessandro Di Benedetto e Alberto Monaco. Con il loro arrivo si è conclusa, quindi, la TJV per gli Imoca 60, una regata piena di sorprese, con il disalberamento di Macif e la vittoria finale di PRB.

L'arrivo pressoché simultaneo di Team Plastique e Initiatives Coeur
L’arrivo pressoché simultaneo di Team Plastique e Initiatives Coeur a Itajaì. Foto Liot

“Siamo molto felici. Solo nove secondi dietro Initiatives Coeur è stata una grande corsa sull’arrivo, abbiamo fatto un piccolo errore e lo abbiamo pagato”, ha detto Alessandro Di Benedetto all’arrivo.

Alessandro Di Benedetto e Alberto Monaco. Foto Liot
Alessandro Di Benedetto e Alberto Monaco. Foto Liot

Restano in mare i Class 40, con GDF Suez a 257 miglia da Itajaì, con 52,7 miglia su Mare.de, tornato secondo dopo che lo spagnolo Tales Santander di Pella/Santurde è rimasto troppo sotto costa. Fantastica di Pietro D’Alì e Stefano Raspadori ha superato Bet1128 di Gaetano Mura e Sam Manuard, con i due Class 40 italiani sono adesso rispettivamente undicesimo a 524 e dodicesimo a 544 miglia dal primo. Fantastica ha la possibilità di cogliere anche il decimo posto, al momento di Phoenix Europe, distante solo 4 miglia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here