SHARE

Muscat, Oman- (Mauro Giuffrè) Dopo il buon successo di iscritti all’Europeo di Sandamm in Svezia e al Mondiale di Ancona, l’ORC International (Offshore Racing Congress) si appresta ad affrontare la stagione 2014 con molta fiducia e qualche piccola modifica al sistema di stazza e in particolare al VPP (Velocity Prediction Program). Sono stati resi noti infatti i risultati del general meeting che si è tenuto in Oman, dove il Comitato Tecnico Internazionale, in base ai dati raccolti nella stagione appena finita, ha apportato alcune possibili migliorie alle stazze ORC.

I membri dell’ITC si sono detti generalmente soddisfatti del funzionamento del sistema durante il 2013, annunciando che le modifiche ai rating rispetto all’ultima stagione saranno minime: per l’intera flotta i rating GPH possono variare nel range di -0,5% al +0,9% (in media +0,2%) e + / – 5.0 sec / mg (media + 1,0 sec / mg) . Tra le modifiche segnalate una riguarda gli alberi in carbonio: il calcolo del peso di default dell’albero in carbonio è stato leggermente aumentato in base a un modulo elastico più in linea con l’evoluzione delle tipologie di  carbonio correntemente utilizzate. Ciò significa che le barche con rig in carbonio saranno meno penalizzate sulla stazza rispetto al passato, con un guadagno quindi per i modelli più tirati che utilizzano questo tipo di armo.

front4

Al tempo stesso l’abbuono per l’utilizzo delle vele in dacron, prima presente solo per la stazza ORC club, viene esteso anche all’International. Cosa significa concretamente? Le barche che per esigenze di budget puntano sulle classiche vele in dacron, avranno un abbuono di tempo anche sulla stazza International: un vantaggio per chi deciderà di lasciare le classi Gran Crociera – Diporto per misurarsi con i più competitivi crociera-regata.
Un’altra importante novità riguarda le chiglie basculanti e i ballast: si potranno emettere certificati per barche con doppia chiglia fissa e bulbo e barche  con canting keel e water ballast. Un particolare che apre l’ORC alle barche prestazionali, che fino ad ora tendevano a regatare principalmente con la stazza IRC.

Per quanto riguarda le tipologie di vele la principale variazione riguarda l’impiego delle stecche nelle vele di prua: indipendentemente dalla sovrapposizione, è stato messo a punto un nuovo set di coefficienti aerodinamici che tengono conto della maggiore efficienza dovuta alle stecche. In pratica le barche moderne, che hanno la tendenza ad armare fiocchi steccati saranno leggermente penalizzate.

Uno dei problemi principali di tutte le regate a rating, inclusi gli eventi ORC, è la difficoltà a compensare al meglio barche che regatano anche a più di 15 minuti di distacco, con situazioni di vento potenzialmente assai diverse: negli eventi  ORC europei e mondiali, con sufficiente numero di iscritti, sarà  possibile la suddivisione in tre classi, un particolare che potrebbe portare a flotte più omogenee, con regate sempre più in tempo reale. Un particolare questo molto importante, che cerca di coprire uno dei vecchi problemi delle regate a rating, quello di compensare barche con caratteristiche tecniche e velocità molto diverse.

Kiel, in Germania,  ospiterà il  campionato del mondo ORC 2014 nel mese di agosto mentre il campionato europeo ORC si terrà a Valencia, in Spagna nel mese di luglio. Altri eventi confermati nel calendario ORC sono l’europeo ORC 2015 a Parnu, in Estonia, mentre sarà la Danimarca, con una candidatura molto forte, a ospitare  il campionato del mondo ORC 2016.
http://www.orc.org/

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here