SHARE

Genova- (Mauro Giuffrè) I Campionati Invernali della Liguria si avvicinano ormai alla pausa natalizia ed è arrivato il momento di fare il punto tecnico sui protagonisti, le barche e la situazione in classifica. Tra West Liguria, Invernale del Ponente e Invernale del Tigullio, sono ben 138 le imbarcazioni impegnate, divise nelle varie classi, con centinaia di appassionati impegnati nei weekend di regata. Non sono tante le barche nuove scese in acqua quest’anno, data la contingenza economica difficile, ma l’impegno è il divertimento resta quello di sempre, un minimo comune denominatore dei Campionati Invernali in tutta Italia.

In regata a Marina di Varazze
In regata a Marina di Varazze

Il West Liguria a Sanremo ha confermato anche quest’anno la formula del “campionato lungo”, articolato in varie fasi: Trophee Grimaldi, Autunno in Regata, Inverno in regata e Festival della Vela. L’assegnazione del West Liguria verrà calcolata sulle barche che hanno partecipato almeno a tre degli appuntamenti, in base alla classifica ORC overall. A guidare dopo questa prima parte di stagione è il Canard 41 Aurora di Paolo e Bruno Bonomo, una vecchia conoscenza in Liguria e non solo. Aurora aveva disalberato alla Giraglia 2012, ma nel 2013 è ritornata protagonista con un’ottima prestazione alla 151 Miglia, la partecipazione alla Middle Sea Race e adesso una stagione invernale da protagonista. Alle sue spalle un altro nome noto dell’altura, l’MC 46 Seawonder di Vittorio Urbinati, terzo l’X-41 Obelix di Roberto Fossati.

http://www.yachtclubsanremo.it/

Nel Tigullio, in leggera flessione come presenze ma sempre con un alto tasso tecnico, il grande protagonista è stato l’M37 Low Noise di Giuseppe Giuffrè. Barca plurititolata dal DNA vincente, campione italiano ORC gruppo B in carica: una barca che forse qualcuno ricorderà anche per il Mondiale ORC di Ancona perso tra le polemiche di una protesta di stazza, dopo avere regatato al vertice. Dietro Low Noise, per la classifica ORC, si piazza per il momento un’altra nota conoscenza della vela ligure, Giancarlo Ghislanzoni con il suo J122 Chestress 3, terzo posto per l’X-41 Capitani Coraggiosi di Santoro-Felcini. Per la classifica IRC è proprio Chestress 3 in testa, davanti ancora a Capitani Coraggiosi, terzo l’X362 Sea Whippet. Per la classe Libera guida il J80 Montpres di Paolo Montedonico, secondo il Portobello 28 Ochin de Ma di Davide Carissimi, terzo il J109 El Chico di Daniele Fogli.

http://www.circolivelicitigullio.it/

A Varazze per l’Invernale del Ponente, dove eravamo presenti, buon successo numerico per la flotta 2013, con un livello tecnico per le posizioni alte della classifica restato sostanzialmente invariato nonostante l‘assenza di due protagoniste dell’ultima stagione come l’X-382 Brancaleone e il Sun Fast 3200 Hakuna Matata. Grandi performance nelle prime quattro prove per il First 45 Obsession di Mario Rossello, seguito in ORC overall dal sempreverde J39 Scintilla J di Antonio Macrì. Al terzo posto la sorpresa, ma non più di tanto, del Class 33 Outlaw di Giovanni Tissone, la barca che l’anno scorso aveva disalberato durante una prova con tramontana forte. Per la classifica IRC è ancora Obsession il leader, davanti all’A35 Just a Joke di Marcello Maresca che anche quest’anno si conferma tra le barche più competitive per la classifica IRC. Terzo posto ancora per Scintilla J.

http://www.invernaleponente.it/

Il livello tecnico degli Invernali liguri resta tra i più alti in Italia e anche numericamente il difficile periodo economico non ha pesato più di tanto: la vela d’inverno, in regata, resta un divertimento irrinunciabile per molti appassionati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here