SHARE

Talamone- Il Mondiale Snipe  è una delle regate più importanti al mondo nel settore delle derive non olimpiche. Già disputarlo è difficile, visto che vige un rigido sistema di selezione e numero chiuso, vincerlo poi è riservato ai campioni. Ne è prova Torben Grael che, tra le sue tantissime vittorie, ricorda sepre con piacere il Mondiale vinto proprio sugli Snipe come una dei suoi successi più belli. Ecco, che anche organizzare il Mondiale Snipe è per un Club un motivo di orgoglio e impegno non da poco.

E il prossimo Mondiale Snipe, che si disputa due anni, premierà quindi la lunga tradizione che il “Beccaccino” ha con il Circolo Vela Talamone che è stato appunto scelto per ospitare il Mondiale Snipe del 2015, Assoluto e Juniores. Un bel riconoscimento per il circolo diretto sportivamente da Alessandro Testa, che ospiterà la regata iridata nel suo splendido campo di regata tra i Monti dell’Uccellina e il Promontorio dell’Argentario, in Toscana.

Snipe in regata sullo sfondo di Talamone. Foto Paolo Cardoni
Snipe in regata sullo sfondo di Talamone. Si nota anche il faro bianco, nel cui edificio ha sede il CV Talamone. Foto Paolo Cardoni

Proprio a Talamone, dopo sedici prove, si è concluso domenica scorsa il campionato invernale Snipe. Il campionato era iniziato a novembre con il Winter Trophy con la partecipazione del due volte campione del mondo, lo statunitense Augie Diaz con a prua Kathleen Tocke. Ventisei equipaggi classificati e netta vittoria di Pietro Fantoni con Laura Cerni e poi Michele Meotto. Secondo posto per Giuseppe Prosperi e Marco Ceccarelli e terzo per Francesco Granchi e Valerio Gavazzi.

www.snipe.it

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here