SHARE

Musannah, Oman- Si conclude con un argento il Mondiale Laser Radial Youth di Gianmarco Planchesteiner, il giovane velista under 17 della Fraglia Vela Malcesine. Nell’undicesima e ultima prova disputata oggi a Musannah, Oman, Planchesteiner che aveva quattro punti di ritardo dopo la squalifica nella nona prova (per una penalità non compleata) ha concluso quinto mentre l’ungherese Benjamin Vadnaj ha chiuso decimo. Risultato, l’ungherese vince il titolo iridato con un solo punto di vantaggio, dopo che l’italiano aveva condotto per quasi tutto il Campionato. Terzo posto per lo svizzero Schneiter. Planchesteiner vince però il titolo under 17.

Gianmarco Planchesteiner sul podio di Musannah
Gianmarco Planchesteiner sul podio di Musannah

Così gli altri italiani: 15.Sammarco; 19.Cuppone; 26.Rosetti; 36.Pollara; 44.Gueltrini; 46.Murgia. 51 i timonieri in regata tra i ragazzi.

Tra le 28 ragazze iscritte titolo iridato alla finlandese Monika Mikkola.

L’opinione di Luca Devoti

A Musannah era presente anche Luca Devoti, come coach del russo Dmitry Tretyakov, atleta della Dinghy Academy ottavo classificato in Oman. Il nostro opinionista olimpico, ci invia questo ritratto del giovane Planchesteiner:

“Con piacere ho osservato la performance del giovane e assai promettente Gianmarco Planchesteiner e degli altri atleti italiani, ben aiutati dal tecnico della assolaser Andrea Patacca. Certamente una sorpresa per me trovare un tecnico più grosso di me… il buon Patacca con i sui 130 chili mi sovrasta, e capita poche volte vedere i ragazzi italiani lavorare insieme, fare defatigamento insieme, sempre col sorriso. Cio è stata per me una piacevole sorpresa e debbo veramente fare i complimenti alla FIV per avere una squadra così armonica. Planchesteiner e i ragazzi italiani, se continueranno a lavorare così da amici e con armonia avranno un futuro di successi. Gianmarco è persona educata, un fine regatante, attento ai salti di vento e sempre concentrato. A soli 16 anni naviga con la sagacia di un campione esperto… Il suo sorriso è una ventata di onestà che fa piacere per la vela italiana… se continuerà a lavorare sotto la guida dell’immenso Patacca, un incrocio tra un padre buono, babbo natale e un mastino… si potrà inseririre nella lotta per Rio”. (Luca Devoti)

Si conclude così il mese di eventi iridati Laser ospitati dalla città dello sport omanita di Musannah, che era iniziato con lo storico nono titolo mondiale standard conquistato da Robert Scheidt.

Durante la cerimonia di premiazione presso la città dello sport di Mussanah, tutti i vincitori sono stati presentati al pubblico con i loro trofei dal sottosegretario del Ministero dello Sport dell’Oman e direttore del comitato organizzatore dei Campionati del Mondo Laser, sua eccellenza Sheikh Rashad bin Ahmed Al Hinai che ha dichiarato: “Questi campionati del Mondo sono i primi ad essere ospitati in Medio Oriente e sono stati organizzati secondo gli standard internazionali, anche per questo motivo hanno attirato l’attenzione degli appassionati di vela e dei media di tutto il mondo, facendo conoscere l’Oman come una destinazione ideale per la pratica della vela.”
Il campionato del mondo Laser Radial Youth chiude tre mesi di competizioni, durante i quali l’Oman ha accolto e ospitato più di 380 atleti, oltre a giornalisti, allenatori e famiglie provenienti da più di 50 paesi.
“Questa serie di eventi rappresenta un passo importante per il Sultanato dell’Oman; aver ospitato i campionati del mondo Laser assoluti, master e youth significa anche aver inserito il Sultanato nella scena internazionale della vela. Questo non solo contribuirà a sviluppare la vela nel Sultanato, ma anche nel resto della regione, contribuendo a incoraggiare e ispirare talenti nazionali per continuare il loro cammino di sviluppo e lavorare duro per soddisfare le nostre aspirazioni olimpiche.”

http://omanlaserworlds2013.com

8 COMMENTS

  1. Salve , sono Andrea Patacca , leggo con piacere il commento e le osservazioni della Medaglia olimpica Luca Devoti . Sottoscrivo tutto per quanto riguarda il giovane Gianmarco Planchestainer e ci tengo a precisare che io ho cercato di fare del mio meglio per unire la squadra !! ho effettuato dei raduni al garda per cercare , oltre che di allenare i ragazzi , anche farli unire come un gruppo .
    Per quanto riguarda il futuro olimpico del giovane Gianmarco , bisogna parlare con lui e con il suo allenatore , Valerio Brighenti , che lo segue sul Garda . Io posso solo dire che mi sono trovato benissimo con questa squadra e che se avranno bisogno ci sarò ancora per una nuova avventura .La squadra è composta da : Gianmarco Planchestainer(FV Malcesine ) Roberto Pollara ( FV malcesine ) , Luca Rosetti (CAV Cervia ) , Nicolò Gueltrini (CAV Cervia ) , Francesco Murgia ( YC Cagliari ) , Davide Cuppone ( CV Bari ) , Matteo Sammarco ( Naiticlub Castelfusano ) . Siamo ora all’aereoporto di Doha in Qatar per uno scalo sul nostro rientro in Italia . Ci siamo imbattuti in questo articolo facendo dello zapping su internet per passar del tempo e farci le ultime risate insieme . Sono e siamo Onorati del fatto che un Tecnico di cosi alto livello , come Luca Devoti ci abbia osservato con piacere .
    Alle prossime …..

  2. Ciao e grazie, Luca e Andrea delle belle parole dedicate a Gianmarco.
    Il risultato ottenuto in Oman è frutto della sua dedizione, passione e meticolosità, dimostrata in questi due anni in cui abbiamo lavorato insieme.Personalmente sono felice di sapere che Luca, compagno con il Laser nei miei, e suoi primi passi nel mondo della vela, abbia osservato e dedicato a Gianmarco parole tanto belle e incoraggianti. Ritengo che Andrea, con cui ho avuto un ottimo, seppur breve periodo di collaborazione, con la sua esperienza abbia contribuito notevolmente all’ottima performance del team Italiano.
    Bravi ragazzi, alla prossima

    • Valerio che piacere, sono passati più di trent’anni da quando andavamo fino a Campione da Castelletto col Peler…e mi suonavi come un tamburo, mi fa piacere vedere che c’é anche la tua mano e un pizzico di Castelletto nella maniera di navigare di Planchesteiner, complimenti a tutti voi… speriamo di vederci presto… Luca

      • Circolo Nautico Brenzone…fucina di campioni e tecnici che hanno lasciato e continuano a lasciare il segno…..da Valerio Brighenti a Luca Modena per passare dai Celon tutti, ed io è i Marega e Federica Salva e il mitico Taki e tanti altri… ancora oggi lasciano il segno tutti per competenza passione e capacità. Anni per me indimenticabili e mai dimenticati……prima o poi ritornerò…

        • Carissimo Devot penso che da mie informazioni i complimenti dedicati a mamma Fiv vadano girati ai genitori che supportano
          per intero le spese della trasferta oltre alla mitica assolaser mi sembra che per il momento la fiv resti a guardare speriamo che in futuro aiuti questi giovani mettendo in panchina i senatori .

  3. Grandi mi sembra che ancora una volta il ago faccia brecci e scuola per i giovani…E sono felice che i giovani vadano avanti ….Invito altri armatori di barche grandi come me di adottare giovani velisti Italianie aiutarli ad andare avanti …Io lo faccio con i finnisti , ma ce ne sono tanti che debbono andare avanti nella vela e sopratutto nella vela olimpica….Ciao a tutto Momo Fantastica….

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here