SHARE

Auckland, Nuova Zelanda- Russell Coutts, che sembrava messo in un angolo alla vigilia della scorsa America’s Cup, si è preso la sua rivincita riconsegnando l’America’s Cup a Larry Ellison. James Spithill, che ambiva a un ruolo più importante agli occhi del magnate oracliano, è stato “ridimensionato” e Coutts sarà il capo di Oracle Team USA anche per la Coppa numero 35. Al di là delle intuizioni progettuali, di cui abbiamo parlato in altra news, e dei cambiamenti che portarono alla clamorosa rimonta americana, sono state propria la personalità e la competenza tecnica di Coutts a costituire uno degli elementi decisivi. L’uomo non sarà il massimo della simpatia ma certo non si possono negare né il suo carisma nè la sua capacità di leadership.

Il famoso Colloquio tra Russell Coutts e Jimmy Spithill appena dopo race 5 della finale di AC
Il famoso Colloquio tra Russell Coutts e Jimmy Spithill appena dopo race 5 della finale di AC

Giunge ora, quasi a “celebrare” il suo ruolo, una lunga intervista rilasciata a Murray Deaker, principale broadcaster sportivo neozelandese. Da notare come Coutts sottolinei l’efficienza della comunicazione tra Tom Slingsby e Ben Ainslie tra i motivi della rimonta.

In vista della prossima Coppa, Coutts resta sul vago confermando la volontà di ridurre i budget e sentire concretamente la volontà degli altri sfidanti. Su questo aspetto, lo stesso Coutts si è detto consapevole delle errate valutazioni prese nella costruzione della scorsa edizione della Coppa.

Ecco l’intervista completa:

3 COMMENTS

  1. Bello, ma non capisco l’inizio dell’articolo che dice: “si è preso la sua rivincita riconsegnando l’America’s Cup a Larry Ellison”. Perché si parla di rivincita e di riconsegnare? La Coppa era già di Oracle che l’aveva vinta nel 2010 sempre con Coutts. All’ultima Coppa America infatti Oracle era il defender e la Coppa era già di Coutts ed Ellison.

    • Ciao Roberto,
      si riferisce al fatto che, nell’ultimo anno di campagna prima della Coppa 34, Coutts era quasi ai margini di Oracle Team USA e stava perdendo la battaglia interna contro Spithill, assai ambizioso. Poi è stato lui a trovare le decisioni giuste, aiutato dalle intuizioni tecniche di alcuni progettisti. Da fuori non si è percepito molto, ma in Oracle non mancavano certo le lotte intestine. Adesso, invece, è Coutts ad aver riconquistato il potere principale agli occhi di Ellison. Da qui l’uso della parola “rivincita”. Un saluto

      • Lotte intestine? E chi avrebbe dovuto prendere il posto di Coutts o, meglio, chi sarebbe quello che lo sfidava per soffiargli il posto? Un conto è avere dei contrasti interni che ogni lavoratore ha con il proprio capo, un altro è dire che c’era qualcuno che voleva prendergli il posto. Una sola persona poteva togliere il posto a Coutts e questa era Ellison che non ci hai mai neanche pensato. Ma oltre a rivincita, onestamente non comprendo neanche quel “riconsegnare a Ellison”. La Coppa è sempre stata di Ellison, nessuno gliel’aveva mai mai tolta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here