SHARE

Corpus Christi, USA- È solo questione di giorni e a breve la replica fedele (scala 1:1) de La Niña sarà pronta a riprendere il mare dopo un lungo e attento lavoro di restauro. Insieme alle altre due caravelle, la Pinta e la Santa Maria, fu costruita in Spagna nel 1992 per celebrare i 500 anni dallo storico viaggio del 1492 di Cristoforo Colombo attraverso l’Atlantico.

Proprio nel 1992 fu organizzato un viaggio che ripercorresse tutte le tappe compiute dal celebre navigatore genovese, alla fine del quale le tre caravelle furono ormeggiate e conservate nella città texana di Corpus Christi. Ovviamente esistono altre repliche delle storiche caravelle, ma di certo queste tre sono tra le più importanti per il loro significato e la funzione rivestita in passato.

La Nina ormeggiata nella piccola città di Corpus Christi, in Texas. A breve sarà nuovamente pronta a navigare dopo un lungo lavoro di restauro durato più di tre anni
La Nina ormeggiata nella piccola città di Corpus Christi, in Texas. A breve sarà nuovamente pronta a navigare dopo un lungo lavoro di restauro durato più di tre anni

Mentre le condizioni delle sorelle sono ottimali (attualmente sono visitabili all’interno del Museum for Science and History della piccola cittadina texana), La Niña ha subito nel corso di questi ultimi anni un’attenta opera di restauro per portarla a nuova luce. I lavori sono stati condotti a City Marina da un gruppo di appassionati della Columbus Sailing Association. Come in tanti casi simili a questo, il maggior ostacolo incontrato dai volenterosi dell’associazione non è stato tanto quello dello stato di salute della barca, quanto del reperimento di fondi indispensabili per la loro causa.

A finanziare l’attività dell’associazione, guidata da John Torrey, è intervenuta l’A.E.P and South Texas Crane, società americana che ha donato i propri mezzi per l’armamento della Niña e 35.000 dollari. A questa donazione si aggiunge un’altra di 8.800 di un anonimo per la messa a nuovo della coperta e la pulizia di tutta la barca.

Prima che il lavoro sia compiuto, Torrey dovrà provvedere a commissionare e acquistare il gioco di vele per la caravella, il cui costo stimato si aggira intorno alle 30.000 sterline. Così, appena la replica sarà in grado di solcare nuovamente il blu dell’Oceano, sarà impiegata a fini sociali, per viaggi, tour organizzati e, soprattutto, per far conoscere la storia.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here