SHARE

Düsseldorf, Germania- Per celebrare i suoi cinquant’anni di attività, Dehler presenterà al prossimo Boot di Düsseldorf i disegni e le caratteristiche tecniche del nuovo 46 piedi. Visto il riscontro positivo avuto dal mercato e dalla stampa con il Dehler 38, presentato in occasione del salone nautico tedesco l’anno scorso e ora in concorso all’European yacht of the Year, il management si è affidato ancora una volta al noto studio di architetti Judel/Vrolijk.

A guardare i primissimi rendering, la filosofia del cantiere tedesco (gruppo Hanse) non è stata tradita: pensata soprattutto per un uso crocieristico, l’ammiraglia vanta un buon numero di soluzioni tecnico-progettuali che possono trasformarla in un cruiser-racer più performante, così da venire incontro anche alle esigenze di quegli armatori dall’animo più sportivo. Ne è un chiaro esempio la chiglia, la cui forma e immersione cambia in base alle necessità: a T con 2,25 metri di pescaggio (versione standard), a T con 2,70 metri (versione regata) o a L con soltanto 1,85 metri di immersione, ideale per quei fondali più insidiosi come lo sono quelli in prossimità di reef e atolli.

Il nuovo Dehler 46 sarà presentato al prossimo salone nautico a Düsseldorf, in programma dal 18 al 26 gennaio
Il nuovo Dehler 46 sarà presentato al prossimo salone nautico a Düsseldorf, in programma dal 18 al 26 gennaio

Dalla sorella minore di 38 piedi l’ammiraglia ha ripreso le forme morbide, dolci e senza esasperazioni sia dello scafo sia della tuga, l’ampio baglio massimo e le forme degli osteriggi oltre a offrire una notevole quantità di varianti per cucirsi su misura il proprio fast cruiser. Partendo da una base comune – lo scafo in sandwich di vinilestere con anima in balsa – si può scegliere fra diverse tipologie di attrezzature di coperta e materiali per gli interni, così da passare da una versione standard per il turismo fino ad arrivare gradualmente a una versione più sportiva e performante, adatta alle regate.

Gli sforzi maggiori di Judel/Vrolijk si sono concentrati soprattutto sull’architettura navale affinché il cruiser risultasse leggero e stabile in navigazione con un occhio sempre puntato sulle valutazioni delle stazze IRC e ORCi. E in questa direzione ci è sembrata intelligente l’adozione di crocette sulla chiglia per assorbire meglio le sollecitazioni sullo scafo e distribuirle meglio lungo tutta l’opera viva. Per aiutare a raggiungere questo scopo e garantire maggior rigidità, si ricorrerà a rinforzi in fibra di carbonio.

Nell'ampio pozzetto è prevista la doppia timoneria (ma solo una pala del timone) da dove lo skipper potrà consultare facilmente il charter pod affianco
Nell’ampio pozzetto è prevista la doppia timoneria (ma solo una pala del timone) da dove lo skipper potrà consultare facilmente il charter pod affianco

Il layout degli interni, generosi e dalle linee morbide e armoniose, prevede fino a tre cabine e due bagni. Come nella sorella più piccola, anche nel Dehler 46 è stata scelta la soluzione di collegare la zona lavabo alla cabina di poppa (o la calavele) direttamente con il quadrato, senza così disturbare l’ospite sotto la doccia.
L’ammiraglia del cantiere tedesco sarà varata a luglio di quest’anno e fino al 30 giugno avrà un prezzo base  di 219.000 euro. Dal primo luglio, invece, costerà 229.000 euro.
Scheda tecnica:
Progetto: Judel/Vrolijk
Lunghezza scafo: 14,40 m
Larghezza: 4,35 m
Immersione: 1,85-2,70 m
Dislocamento: 10.700 kg
Motore (standard): Volvo D2-55, 39kW/53 hp
Serbatoio dell’acqua: 450 l
Serbatoio Diesel: 220 l

www.dehler.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here