SHARE

Brest, Francia- (Mauro Giuffrè) Thomas Coville contro Francis Joyon, il maxi trimarano Sodebo contro Idec. Il campo di regata? Intorno al mondo, in solitario, senza scalo e senza assistenza. Joyon nel 2008 impiegò 57 giorni, 13 ore, 34 minuti e 6 secondi, per completare la circumnavigazione del globo partendo da Ouessant e passando per Buona Speranza, Leuwin e l’Horn.

La partenza di Sodebo Voile da Ouessant
La partenza di Sodebo Voile da Ouessant

Thomas Coville è partito alle 7:42 ora italiana di oggi e avrà tempo fino al 15 marzo prossimo alle 21:15 per battere il tempo di Joyon e stabilire un nuovo record. Lo skipper di Sodebo, in stand by da diversi giorni per la partenza, ha finalmente trovato una finestra meteo utile e ha tagliato la linea di partenza di Ouessant con un vento da SSW intorno ai 15-20 nodi.

Una prova dura, brutale, da vivere a velocità folli nel grande Sud. I trimarani, anche se vengono sempre più usati nelle sfide oceaniche, restano delle barche complesse, spesso fragili e difficili da gestire. Un ulteriore ostacolo per un’impresa. Mentre scriviamo Sodebo accusa già un ritardo di 56.39 miglia rispetto al riferimento di IDEC nel 2008, e naviga a 14 nodi in Biscaglia con prua 259°.
http://sodebo-tdm.addviso.org/fr/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here