SHARE

Napoli- Una sola prova, a causa dell’assenza di vento, per il sesto appuntamento del 43esimo Campionato Invernale d’Altura del Golfo di Napoli. Si è svolta ieri, domenica 26 gennaio, la regata per l’assegnazione del  Trofeo Alberto Cian, organizzato dalla Lega Navale Italiana, sezione di Napoli e dalla Lega Navale Italiana, sezione di Pozzuoli.

Intitolato ad Alberto Cian, papà di Eleonora e Paolo, figura di grande spessore nell’ambiente velico napoletano nonchè presidente della Lega Navale Italiana, sezione di Napoli, nel triennio 1983-85, il trofeo viene assegnato al primo classificato della classe più numerosa.

In regata a Napoli. Foto repertorio
In regata a Napoli. Foto repertorio

In acqua anche Paolo Cian, la cui passione per la vela è stata incoraggiata proprio dal padre e che ha raggiunto risultati importanti: solo per citarne uno, come timoniere di Shosholoza a Valencia 2007, in Coppa America, quando gareggiò con il primo team sudafricano a partecipare alla più famosa regata del mondo. Fervente sostenitore del match-racing, una delle competizioni veliche più spettacolari, Paolo Cian è stato il primo italiano a piazzarsi stabilmente nella top ten della classifica mondiale (terzo nel 2007). E ieri ha onorato la memoria del padre, giungendo primo nella categoria Minialtura con George, seguito da I.L.Y.F.E., di Angelo Lizzi, e Sparviero dell’Accademia Aeronautica.

In classe 0-2, l’ha spuntata le Coq Hardì di Maurizio e Giampaolo Pavesi, del CRV Italia, battendo Raffica Timberland, di Pasquale Orofino ed Hering Orasì di Antonio Pica.

In classe 3, Vlag, di Salvatore Casolaro, grazie alla sua esperienza ed all’affiatamento dell’equipaggio, ha condotto su Angry Red Unitenergy, di Domenico Cicala, in splendida forma, e su Sly Fox, di Roberto Fotticchia. Vlag si è, così aggiudicato, anche il Trofeo Cian.

In classe 4-5, primo Patricia di Domenico Buonomo, seguito da Cassiopea e da Duffy.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here