SHARE

Alicante, Spagna- “Tra pochi giorni annunceremo il prossimo team, che non sarà Team New Zealand”, ci dice Knut Frostad, il CEO della Volvo Ocean Race, che dal 4 ottobre prossimo vivrà la sua nuova attesissima edizione. La novità del monotipo oceanico “assoluto”, il Volvo Ocean 65, rivoluzionerà ancor più la più dura e selettiva regata oceanica in equipaggio. Una sfida bordo a bordo che sarà, per di più, raccontata dagli onboard reporter specializzati in quello che Frostad, dalla Control Room dei VOR Headquarter nella calda Alicante, dove siamo andati per toccare da vicino il futuro dell’evento, ci presenta come il “Volvo Ocean Race Show”. “Poi nelle prossime settimane ne presentermo un altro, ma siamo fiduciosi di arrivare anche al settimo per le sette barche che abbiamo costruito”, prosegue il norvegese, veterano di Olimpiadi e molte edizioni del giro del mondo prima come velista, poi capo guardia, skipper e ora Chief Executive Officer.

Knut Frostad durante la nostra intervista ad Alicante.
Knut Frostad durante la nostra intervista ad Alicante.

E l’Italia? “Abbiamo avuto contatti concreti e vi potrebbe essere qualche sponsor coinvolto a breve ma ciò che l’Italia deve fare se vuole tornare a essere presente nella regata è quello di costruire un gruppo serio di 4-5 persone che lavori al progetto, partendo dall’aspetto finanziario e ponendosi obiettivi concreti, senza fare annunci prima di avere sostanza in mano, i velisti non sono un problema, quelli li avete e bravi, vedo che vi sono giovani generazioni di ragazzi che stanno crescendo anche in oceano”, risponde Frostad alla nostra domanda specifica, glissando sul nome Giovanni Soldini.

Di questi temi, e di molto altro (il team femminile Team SCA, le potenzialità dei VO65, l’appeal e la fisicità della regata… “che sarà durissima per gli 8 velisti a bordo”, parliamo nella video intervista che trovate qui di seguito, divisa in due parti. A breve pubblicheremo anche la trascrizione in italiano dell’intervista.

Parte 1

Parte 2

Ricordiamo che a momento sono iscritti l’equipaggio femminile di Team SCA (SWE, in allenamento a Puerto Calero, Lanzarote), Team Brunel (NED, che andarà a Marina Rubicon, Lanzarote), Abu Dhabi (EAU, che andrà a Cascais) e Team Dongfeng (CHN, Hainan, Cina). Sono attesi altri due team sicuri, tre probabili.

L’annuncio del quinto team è previsto per domani mattina giovedì. Si tratterà di un team largamente composto di under 30, con bandiera turca come ha anticipato oggi vSail.info. Probabile il coinvolgimento di uno sponsor italiano, nel settore medico, e conseguentemente di un nostro velista.

Partenza il 4 ottobre 2014 da Alicante per la prima tappa verso Cape Town.

Per quanto riguarda il percorso è stato annunciato oggi anche un pit stop di 24 ore all’Aia (Olanda) nel corso dell’ultima tappa Lorient-Goteborg, in programma il 19-20 giugno.

Il percorso:

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here