SHARE

Düsseldorf, Germania- Dopo la world premiere al Salon Nautique di Parigi e la presentazione allo scorso Boot di Düsseldorf, sono cominciati i test a bordo del nuovo Flying Phantom One Design, nato dalla matita di Martin Fisher, noto per essere stato uno dei progettisti  del Class C Groupama di Frank Cammas. A commissionare la costruzione del catamarano è stato il giovane cantiere Phantom International del Gruppo Sail Innovation guidato dal Campione del Mondo Alex Udin.

Ci sono voluti tre anni per mettere a punto un catamarano che fosse prestante, divertente da portare e che garantisse velocità da brivido in totale sicurezza. E non deve stupire l’adozione di foil anche in questo progetto come abbiamo già visto parlando di altri multiscafi (si veda ad esempio il GC 32). La febbre per il foiling è diventata ormai una malattia accertata della vela sportiva. Sono sempre di più, infatti, i progetti, le idee che prendendo spunto dai Moth e cavalcando l’onda dell’America’s Cup provano a moltiplicare esponenzialmente le enormi potenzialità di questo nuovo modo di far vela, che piace e attrae sempre di più un pubblico giovane e attento alle innovazioni.

Il Flying Phantom One Design (progetto Martin Fisher) è un catamarano che sfrutta la tecnologia dei foil per raggiungere anche i 30 nodi sotto gennaker
Il Flying Phantom One Design (progetto Martin Fisher) è un catamarano che sfrutta la tecnologia dei foil per raggiungere anche i 30 nodi sotto gennaker

Per garantire una maggiore sicurezza all’equipaggio (“Il Phantom è stato studiato attentamente per quei velisti amatoriali che, proprio perché non professionisti, desiderano comunque provare l’emozione di volare sull’acqua senza pericolo per sé e la barca”, spiega Alex Udin), il catamarano è dotato di un particolare sistema di foil, collegati direttamente ai trapezi di timoniere e prodiere: solamente una volta che sono fuori al trapezio (dopo per esempio una virata), il Phantom inizierà il foiling.

Accanto all’adozione di foil a L, il Phantom One Design presenta due pale del timone a T per assicurare più stabilità ed equilibrio al catamarano, evitando che diventi troppo nervoso e difficile da gestire. Anche perché il piano velico, dall’elevato aspect ratio, è generoso e presenta un potente gennaker di 24mq. Questo per consentire all’equipaggio di raggiungere anche i 29 nodi di velocità anche in condizioni meteo particolarmente poco impegnative, come dimostra il video che pubblichiamo.

Terminato il salone nautico a Düsseldorf, adesso il management è impegnato a lanciare e promuovere sul mercato il Flying Phantom One Design, presentato poco tempo dopo la sorella Phantom F18. Per questo, accanto alla partecipazione ai più importanti saloni europei e americani, la Sail Innovation ha pubblicato on-line un nuovo sito dedicato e sta in questi mesi esaminando la concreta possibilità di lanciare a breve, in Europa e America, un circuito dedicato a questo performante One Design.

Prezzo: 26.000 euro

Scheda Tecnica
Progetto: Martin Fisher
Lunghezza scafi: 5,52 m
Larghezza: 3,00
Dislocamento: 155 kg
Sup velica: 23,50 mq

http://www.Phantom-International.com

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here