SHARE

Brindisi- L’appuntamento 2014 con la Brindisi-Corfù, evento ormai classico e in continua ascesa, è per l’11-13 giugno. Il Circolo della Vela Brindisi organizza la XXIX edizione della Regata Internazionale che rappresenta anche l’inizio della stagione delle vacanze a vela, un modo ideale per portare la flotta dei regatanti dal porto salentino alla splendida isola dei Feaci.

La flotta della Brindisi-Corfù
La flotta della Brindisi-Corfù

Gli organizzatori, che negli ultimi dieci anni hanno sempre visto il numero dei partecipanti superare la soglia delle cento unità, pur confermando le oramai consolidate caratteristiche della regata, hanno allo studio alcune innovazioni che permettano di allargare le possibilità di partecipazione a un sempre maggior numero di velisti. Infatti, oltre a promuovere la partecipazione dei Maxi, molti dei quali già “habitués” della regata, con un percorso più lungo, hanno allo studio la possibilità di aprire alle barche classiche e d’epoca con un circuito di varie regate che oltre alla Brindisi-Corfu dovrebbe prevedere delle prove nelle isole di Corfu e Spetses. Rimangono confermate comunque le classi riservate alle barche da crociera con la solita divisione in “Holiday” (elica fissa) e “Holiday Sprint” (elica abbattibile), e le varie classi di regata/crociera. Il tutto con certificati di stazza “ORC Club” e ORC International”. Confermata anche la classe riservata ai catamarani e la Brindisi-Corfu x 2.

L’ormeggio gratuito delle imbarcazioni partecipanti sarà assicurato, come al solito, sul lungomare di Brindisi, prima della partenza, e nel Marina di Gouvià, fino al week-end successivo all’arrivo.

Barche in banchina a Brindisi per la Regata Internazionale
Barche in banchina a Brindisi per la Regata Internazionale

Per quanto riguarda la tanto discussa tassa di navigazione riservata alle barche straniere che vorranno navigare nelle acque greche, è importante sapere che su suggerimento del Circolo della Vela Brindisi, il Corfu Sailing Club ha chiesto al Ministero greco competente di prevedere nella legge che dovrebbe essere varata a febbraio, una esenzione di una settimana circa per tutte le imbarcazioni partecipanti a manifestazioni sportive. Ovviamente, essendo anche altre manifestazioni nautiche oltre alla Brindis-Corfu interessate al provvedimento, sembra vi siano buone possibilità di accoglimento della proposta.

La questione della tassa di stazionamento in acque greche è ancora lontano dall’avere una risposta definitiva e certa.

www.circolovelabrindisi.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here