SHARE

Palermo- (FMacaluso) Regate a metà nel Golfo di Palermo per la WaveDogsSails Winter Cup organizzato dal Centro Universitario.
Nel sabato dedicato ai Minialtura, la flotta si presenta quasi al completo. Manca solo la fortissima Brera Hotels di Alberto Wolleb. In banchina l’attenzione è massima nel preparare le barche. Con gli arrivi ravvicinati delle scorse prove, un particolare può regalare due/tre posizioni. Giuseppe Cascino e la sua Birbante, oltre che dal trapanese Mimmo Campo su Sporting Village Junior, devono guardarsi da Maurizio D’Amico, libero da impegni “romani”,  al timone dello Zip Baraonda Cefosmet.

Il vento è già steso dal primo mattino, 10/15 nodi ed un po’ d’onda. Si prevede tanto divertimento, nonostante una fastidiosa pioggerellina. E così è. Per tutte e tre le prove le partenze sono combattute  e la flotta viaggia compatta per tutto il percorso. Ogni boa un leader nuovo. Si alterneranno Diavolasso di Andrea Di Mauro, Baraonda, Birbante, Grande Evento del trapanese Luigi Ciaravino, Sporting Village Junior e Little Sciù condotta dal marsalese Raffaele Gambina. Sono stati i particolari ed i minimi errori a definire le posizioni: Baraonda che non risolve in tempo una avaria al fiocco e parte in ritardo nella prima prova, Diavolasso che, nella concitazione di una flotta che viaggia in un fazzoletto d’acqua, perde un uomo in mare, Sporting Village Junior e Grande Evento che devono ancora rodare il nuovo equipaggio.
Alla fine di una intensa e combattutissima giornata Giuseppe  Cascino può ritenersi più che soddisfatto. Con una conduzione attenta e dedicandosi al controllo della flotta riesce a sfruttare gli errori di tutti gli avversari. Si aggiudica due prove ed è costretto a subire la sconfitta nella terza da Baraonda.

Dopo le prime due giornate di gara e l’avvento del primo scarto la classifica generale è condotta da Birbante. Subito dietro Sporting Village Junior e Baraonda. Dalla prossima giornata di gara scatterà il secondo scarto e la classifica potrà essere completamente rivoluzionata. Grande Evento e Little Sciù risaliranno sicuramente.

Maurizio D'Amico. Foto Nuccio
Maurizio D’Amico. Foto Nuccio

Domenica, nulla da fare per gli Altura. Mare formato e una bava di due nodi accolgono la flotta e gli organizzatori. Per tenere impegnata la flotta il Comitato piazza ugualmente il campo di regata e dà la partenza. Il mare è troppo formato e l’avanzamento con tre nodi di vento è praticamente nullo. Si lavora per mezz’ora, il Comitato consulta le previsioni e  manda tutti a terra.

In attesa della terza giornata di prove del WaveDogSails Winter Cup tra quattordici giorni, il CUS Palermo ha confermato fin d’ora che verrà utilizzato in qualsiasi caso il week-end di recupero del 15 e 16 marzo. Questo servirà a tenere allenati più a lungo gli equipaggi per le regate nazionali ed internazionali che andranno ad iniziare in Sicilia e Calabria a partire dall’11 aprile: la Palermo-Ustica-Palermo, le prove del Campionato Italiano Offshore, Onehundredandthirtymiles e la Cyclopes Route, la Eolian Sailing Week ed il Campionato del Mediterraneo ORCi di San Vito Lo Capo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here