SHARE

Marina di Scarlino- Il lavoro dei Comitati di Regata è spesso difficile. Bisogna offrire le migliori condizioni possibili ai regatanti garanteno la correttezza della regata e la sicurezza nelle più disparate condizioni meteo. Con l’esperienza, e l’interazione con le varie classi, alla fine si riesce a gestire una regata in modo corretto, soddisfacendo anche gli eterni insoddisfatti che albergano un po’ in tutte le classi. D’altra parte, a volte capita di imbattersi in Comitati poco attenti che si lasciano sfuggire l’occasione di portare a termine una valida regata.

Ecco come, anche in questo campo, la formazione del personale addetto ai Comitati riveste un ruolo fondamentale. Oltre agli Ufficiali di Regata FIV, infatti, spesso i circoli organizzatori devono necessariamente aver a che fare con volontariato e personale con poca esperienza, visto il gran numero di eventi che si organizzano un po’ ovunque nelle coste e nei laghi italiani.

Un esempio valido di formazione è dato dal corco che Carlo Giuliano Tosi, uno dei più conosciuti e apprezzati Ufficiali di Regata e Giudici Internazionali italiani, terrà il prossimo 15 febbraio dalle ore 14:30 presso il Club Nautico Scarlino. Si tratta di un corso di alto livello e si articolerà su due lezioni teoriche e due simulazioni in acqua.

La barca comitato del CN Scarlino, con a bordo Carlo Tosi, dirige un Match Race Internazionale di Grado 3. Si noti la bandiera Romeo (rossa con croce gialla) a Riva, che sta a indicare che si sta regatanto con randa terzarolata e senza spi per il vento oltre i 20 nodi.
La barca comitato del CN Scarlino, con a bordo Carlo Tosi, dirige un Match Race Internazionale di Grado 3. Si noti la bandiera Romeo (rossa con croce gialla) a riva, che in quedto caso da Istruzioni di Regata sta a indicare che si sta regatanto con randa terzarolata e senza spi per il vento oltre i 20 nodi.

Il programma corso per posaboe e addetti sicurezza e soccorso in acqua

Teoria: 10 ore da svolgere in due pomeriggi. Inizio 15 febbraio , ore 14.30 presso il Club Nautico Scarlino.  Successiva lezione teorica e le lezioni pratiche da definire il 15 febbraio. Numero partecipanti per la teoria: libero. Pratica: 10 ore da svolgere in due pomeriggi. Numero partecipanti : 15 allievi. Mezzi utilizzati per le prove pratiche: una pilotina come barca comitato, 1 gommone di 9,5m e 1 gommone di 7,5 m per simulare posaboe bolina, lasco, poppa, controstarter, richiamo generale, soccorso

Teoria:

  • Cosa è il regolamento di regata.
  • Appendice J,K e L del Regolamento: Bandi e Istruzioni di regata
  • Caratteristiche addetti posaboe
  • Organizzazione posaboe
  • Come comunicare
  • Cosa deve conoscere il posaboe
  • Strumenti che deve saper usare benissimo
  • Abbigliamento
  • Tipo di mezzo
  • Cosa deve avere a bordo posaboe bolina, poppa, controstarter, richiamo generale
  • Cosa deve fare e cosa non deve fare
  • Percorsi, compreso Match Race e Team Race
  • Prima della partenza…
  • Partenza linea
  • Gate o cancello, oppure boa di poppa
  • Off-Set o disimpegno
  • Lunghezza linea di partenza
  • Boe, ormeggi, nodi
  • Segnali visivi e sonori e come usarli  come posaboe: Intelligenza, Richiamo Generale, N, M, S, C, O, R.
  • Corso sicurezza “La sicurezza va avanti a tutto”
  • Normativa federale sui temi sicurezza
  • Posizionamento mezzi di assistenza  sul campo di regata e barca madre ( temi che saranno sviluppati nel corso sicurezza)

Pratica:

  • Dimostrazione pratica di pronto soccorso in acqua; trattamento e trasporto di infortunato dal campo di regata a una struttura sanitaria. Eseguito da specialisti della CRI di Follonica.
  • Simulazione di regata con posa di vari tipi di percorso, fino a quelli più complessi con gate, off-set e cambio di percorso con posa di un nuovo gate o nuova bolina e off-set.
  • Gli allievi si alterneranno su 2 gommoni e su una barca comitato con ruoli diversi (posa boe bolinae lasco o off-set, posa boe cancello, posa linea di partenza, correzione linea di partenza, cambio bolina o poppa  per salto di vento o per variare la lunghezza del lato. Simulazioni riduzioni, segnalazioni con O e R.
  • Messa in pratica l’uso di tutti gli strumenti studiati e analizzati nella teoria

 

A chi è dedicato questo corso?

Ai tantissimi e preziosissimi volontari  che  nei Circoli si interessano della regata in acqua , sui gommoni, a mettere le boe o a fare assistenza. A tutti gli Aspiranti Giudici o Giudici che vogliono approfondire certi argomenti qui trattati.

Carlo Tosi sarà coadiuvato dal Dott. Fausto Meciani per quanto riguarda la normativa federale che ci riguarda, la parte sanitaria, l’intervento della CRI.

www.clubnauticoscarlino.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here