SHARE

Marina di Scarlino- Si è svolto al CN Scarlino il February Match Race –  Zerodistanze Cup, grado 3 ISAF. Otto gli equipaggi, in rappresentanza di 3 nazioni. I favoriti, il finlandese Olli Pekka Lumijarvi, numero 30 della ranking list mondiale e il connazionale Antti Luhta, al 24esimo posto della graduatoria ISAF si sono meritati di accedere alle finali, sebbene abbiano trovato ottimi rivali nei due equipaggi italiani del chioggiotto Enrico Zennaro e del livornese Francesco Marrai. Con vento teso e numerose penalità, la finale per il primo posto ha visto una dura lotta tra Lumijarvi (7-0 nel round robin) e Zennaro (6-1), vinta per 2-0 dal finlandese. Diversa sorte, invece, per lo scontro tra il terzo e il quarto posto, che ha visto la vittoria di Marrai (4-3 nel round robin) su Antti Luhta (5-2), grazie ad una protesta da parte del laserista livornese. A seguire Piero Romeo (3-4), Marco Milan (1-6), Piero Cardone (1-6) e Andrea Mottola (1-6).

Il podio del CN Scarlino. Foto Tosi
Il podio del CN Scarlino. Foto Tosi

Il vento  in entrambi i giorni è stato dai quadranti meridionali e l’intensità è stata tale da dover esigere la riduzione delle vele (mano di terzaroli) e da permettere l’uso dello spinnaker solo per alcuni match. Le regate si sono rivelate molto tecniche e i partecipanti hanno dimostrato doti di conoscenza del regolamento e di marineria.

Un tocco al femminile per la gestione della manifestazione, che ha visto come presidente del Comitato di Regata la torinese Franca Venè, mentre Capo Arbitro la francese Bernadette Delbart. La regata è stata un Evento di Formazione Arbitri, prima edizione di un nuovo formato di attività formativa prevista dalla Federazione Italiana Vela, che ha trovato nel Club Nautico Scarlino un partner nel mettere a disposizione mezzi e spazi affinchè, nell’ambito della manifestazione, potesse avere luogo un’attività formativa per arbitri, sotto la guida dell’Umpire Internazionale Piero Occhetto.

Ma l’attività formativa non si è esaurita qui, poiché in concomitanza con l’evento si è tenuto un pomeriggio di formazione per posaboe della II Zona, ideato e diretto da Carlo Giuliano Tosi. Una trentina i partecipanti, perfezionandi posaboe, a dimostrazione dell’attenzione delle società per una figura indispensabile nell’organizzazione di eventi agonistici e della sicurezza a essi connessa. Il corso proseguirà il 15 marzo con il secondo incontro, incentrato sulla sicurezza e il soccorso.

Un week-end intenso, quindi, per il Club Nautico Scarlino, che dà appuntamento agli skipper del match race e agli aspiranti posaboe, tra un mese, per il March Match Race (15-16 marzo 2014) e per il Corso Posaboe, Addetti alla Sicurezza e Soccorso in Acqua (15 marzo). L’evento è stato organizzato dal Club Nautico Scarlino con la collaborazione di OneSails, in collaborazione con la Marina di Scarlino e con Marina di Scarlino Yacht Service. Partner dell’evento la Pizzeria Zero Distanze.

www.clubnauticoscarlino.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here