SHARE

Rimini- Michele Zambelli ci riprova subito. Alla prossima Minitransat vuole essere ancora più protagonista di quanto non lo sia stato in quella del 2013 in cui ha concluso al decimo posto tra i prototipi. Il Club Nautico Rimini in collaborazione con Albatros Scuola Nautica ha organizzato per lunedì 24 febbraio alle ore 21, presso la sede sociale in Piazzale Boscovich, un incontro con Michele Zambelli, in cui il velista romagnolo annuncerà appunto i suoi programmi futuri.

Michele Zambelli
Michele Zambelli

Michele Zambelli e il suo Fontanot ITA 342, che sarà visibile nel piazzale del Club Nautico, il 13 novembre 2013 hanno partecipato alla regata Mini Transat, in quella che resterà l’edizione storica per il percorso no stop da Sada (Spagna) a Guadalupe, con circa 4000 miglia di navigazione in solitario, senza supporti tecnici e senza collegamenti a terra.

Michele Zambelli racconterà la sua avventura dalle prime fasi del progetto fino alle scelte tattiche che in regata, lo hanno portato nella rosa dei primi dieci velisti a concludere la regata in solitario, rivivendo i 24 giorni e 20 ore di navigazione no stop e in solitario, dalla Costa de la Muerte in Galizia passato capo Finisterre fino alla traversata dell’Oceano Atlantico e l’arrivo a Pointe-a-Pitre in Guadalupa.

Michele Zambelli presenterà anche in anteprima i progetti futuri che lo vedranno protagonista, con una nuova imbarcazione, Fontanot FRA788, della stagione Mini650 2014 in Francia e in Italia, fino ad arrivare alla nuova edizione della Mini Transat nel 2015.

1 COMMENT

  1. Sostenete Michele che se lo merita ha tutto: passione, esperienza, determinazione, capacita di fare grossi sacrifici e cavarsela con pochi soldi (per. Ui non è scamo), pochi grilli per la testa e simpatia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here