SHARE

Procida- Interessante iniziativa di Sailitalia, dealer in Campania dei cantieri Bénéteau e Leopard, per supportare gli armatori nel momento di acquistare una nuova barca a vela. In un momento in cui la nautica boccheggia e sono pochi i privati in grado di comprarla e affrontarne i costi di gestione, la società con sede a Procida ha pensato a un innovativo sistema di gestione delle barche a vela. Si tratta di una vera e propria forma d’investimento che permette sia di risparmiare sull’acquisto sia di demandare a un soggetto terzo la gestione ordinaria e straordinaria dell’imbarcazione e poter beneficiare del natante per sei settimane in un anno, anche non consecutive.

Ecco come funziona la formula di Sailitalia. È sufficiente acquistare l’imbarcazione e affidarla all’azienda che si occuperà di ormeggio, manutenzione ordinaria e straordinaria, polizza Rc e Kasko, adempimenti amministrativi e le altre spese burocratiche. Il proprietario riceverà in cambio la sua barca da novembre a marzo e sei settimane negli altri mesi.

Schermata 2014-02-27 a 16.25.01

Come si legge nel comunicato pervenuto alla nostra redazione, “il modello di gestione delle barche a vela è anche alquanto flessibile: è possibile, ad esempio, usare una barca simile partendo da una delle quattro basi in Italia (Procida, Palermo , Tropea , Canniggione) o una più grande pagando un sovrapprezzo. Questa formula è un interessante investimento in quanto si puo’ percepire una rendita in percentuale sul valore della imbarcazione  fino al 7% annuo. E la rendita è garantita anche nel caso in cui la barca non dovesse essere noleggiato”.

A chi desidera avere un vantaggio immediato dall’acquisto dell’imbarcazione, Sailitalia offre la possibilità di finanziare l’acquisto della barca attraverso leasing a tasso O, mutui agevolati, subentro leasing oppure, al posto della rendita mensile, di percepire anticipatamente la rendita relativa a tutto il periodo di gestione fino al 50% del valore dell’imbarcazione.
Nel caso in cui un armatore possieda già una barca a vela, qualora questa risponda agli standard qualitativi richiesti dall’azienda, Sailitalia può prenderla eventualmente in gestione, come farebbe con una barca nuova.

www.sailitalia.it

2 COMMENTS

  1. E’ certamente una iniziativa interessante per la maggioranza dei diportisti, esclusi gli appassionati che non possono fare a meno della propria barca.

    • Bè, non è che questo genere di gestione sia proprio così innovativo. sono soluzioni che esistono già da diversi anni. Poi bisogna valutare attentamente anche i dettagli del contratto; ho un amico che ha fatto una cosa del genere e alla fine si è ritrovato a spendere comunque un sacco di soldi perchè la società che gestiva la barca sosteneva di non coprire i costi. Alla fine si è ritrovato per le mani barche distrutte nell’arco di pochi anni (il nolo massacra i mezzi) e pressochè invendibili.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here