SHARE

Warren, USA- Sarà varato ufficialmente a giugno il primo scafo Redline 41 dello storico cantiere americano C&C. Ottimizzato per regate IRC, ORCi e ORR, debutterà ufficialmente in una competizione internazionale il 20 di giugno, quando prenderà il via la nuova edizione della Newport Bermuda Race sul percorso di 635 miglia, una delle quattro grandi regate Blue-Water, la cui prima edizione risale al 1906. Le altre sono il Rolex Fasnet, la Rolex Sydney to Hobart e la Rolex Middle Sea Race.

Disegnata dalla matita di Mark Mills, architetto passato agli onori della cronaca per aver progettato barche vincenti come Blondie, Tokoloshe, Mariner’s Cove, Soozal, and Downtime, il nuovo 41 piedi è stato concepito per dare il massimo nei principali appuntamenti offshore mondiali come la Chicago-Mac, il Fastnet e la Sidney to Hobart. Per questo il designer ha optato per un piano velico generoso di 92,25 mq che prevede crocette acquartierate, fiocco non sovrapposto e la scelta per lo skipper di armare spinnaker o potenti asimmetrici sul bompresso retraibile. Inoltre, proprio per le condizioni meteo che lo scafo dovrà affrontare, la barca è realizzata in composito e vinilestere con la tecnica dell’infusione sottovuoto. A coronamento del progetto, tutti gli osteriggi sono a tenuta stagna e l’illuminazione per gli interni è garantita dalla lunga ed elegante finestratura della tuga.

Il nuovo fast cruiser Redline 41 di C&C Yachts, ottimizzato epr regate IRC, ORCi e ORR
Il nuovo fast cruiser Redline 41 di C&C Yachts, ottimizzato epr regate IRC, ORCi e ORR

 

Il pozzetto è ottimizzato per navigare in equipaggio ridotto o per regatare in formazione completa, trasmettendo una sensazione di compattezza dell’insieme che si evince anche dalla posizione intelligente delle manovre. La doppia timoneria con ruote è molto avanzata per allontanare i pesi dalle estremità e migliorare la visibilità dello skipper sulle vele. Al trasto è rimandata la scotta di randa alla tedesca con diversi vantaggi: gestione delle scotte semplificata, randista posizionato sempre sopravvento, miglioramento delle regolazioni di fino, riduzione dello sforzo fisico perché rimandata a un winch e non a un sistema di paranchi.  A proposito di winch, ve ne sono sei, due per le drizze e quattro per le scotte, di cui due previsti accanto alle timonerie in omaggio all’easy sailing.

interior layout redline 41

Come spiegano dal cantiere, la vera novità riguarda gli interni in teak, peraltro personalizzabili dall’armatore. Il layout, a cura di C&C Yachts e USWatercraft (rinomati per il design degli Alerion), prevedono armatoriale a prua con bagno dedicato e a poppa, sulla sinistra, una cabina minimale per gli ospiti. Il quadrato ha la cucina funzionale a dritta e il tavolo da carteggio con postazione dalle ottime dimensioni.

Scheda tecnica
Progetto: Mark Mills
Lunghezza scafo: 12,35 m
Larghezza: 3,68 m
Immersione: 2,50 m
Dislocamento: 6.400 kg
Sup velica: 92,20 mq

www.top-yachts.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here