SHARE

Trieste- Si fa sempre più forte la classe Nacra 17 italiana. E’ di oggi la conferma ufficiale di una notizia che la vela italiana attendeva da tempo. Lorenzo Bressani torna alla vela olimpica e lo fa con la due volte azzurra Giovanna Micol sul catamarano misto Nacra 17. Lorenzo ‘Rufo’ Bressani e Giovanna Micol hanno quindi deciso di scendere in campo in vista dei Giochi Olimpici di Rio de Janeiro 2016.

Lorenzo Bressani e Giovanna Micol
Lorenzo Bressani e Giovanna Micol

I due velisti triestini hanno cominciato la loro avventura a metà novembre del 2013 navigando su di un Formula 18, in attesa dell’arrivo del loro Nacra 17. Il 24 dicembre, alla vigilia di Natale, a Porto San Rocco hanno varato ufficialmente ITA-209, il loro primo Nacra 17. Due le uscite prima della fine dell’anno nelle acque di casa a Trieste per poi trasferirsi, nei primi giorni del 2014, ad Anzio (Roma), dove hanno preso parte, insieme a una nutrita flotta di Nacra 17 e sotto le direttive del coach Matteo Nicolucci, a una serie di allenamenti che sono risultati molto proficui.

Bressani e Micol sono partiti volutamente in sordina e, prima di ufficializzare le loro ambizioni, hanno navigato sul Nacra 17 per oltre 180 ore al fine di prendere la necessaria confidenza con il mezzo. Il primo supporto al loro progetto è arrivato da Lanfranco Cirillo, armatore e direttore tecnico del Fantastica Sailing Team. Cirillo reduce da una stagione 2013 di successi internazionali al timone del suo Melges 32 Fantastica, ha da tempo sposato la causa delle Classi Olimpiche e del Finn in particolare, con un approccio manageriale e metodologia professionale che ha da subito prodotto risultati di assoluto rilievo internazionale. Bressani e Micol sono dunque supportati dal Fantastica Sailing Team che offre loro anche l’opportunità di confrontarsi con un altro equipaggio di Nacra 17 quello della coppia Federica Salvà – Francesco Bianchi.

Il Nacra 17 di Bressani-Micol
Il Nacra 17 di Bressani-Micol

Da metà febbraio Bressani e Micol si sono trasferiti a Palma di Maiorca in Spagna, per un’altra intensa sessione di test e per ottimizzare la messa a punto della barca. Il loro debutto ufficiale è previsto in occasione della quarta tappa della ISAF Sailing World Cup, il Trofeo SAR Princesa Sofia, in programma dal 29 marzo a 5 aprile, proprio alle isole Baleari.

Lorenzo Bressani dopo un passato di alto livello nelle classi olimpiche con il 470 ha, regatato a lungo nell’altura e nelle classi one design collezionando tre titoli mondiali sul Melges 24, uno sul Melges 32, uno su J24, Maxi e IMS.  Bressani inoltre è stato finalista al Rolex ISAF World Sailor of the Year nel 2010 e nel 2011 e Velista dell’Anno in Italia nel 2001 e 2011.

Giovanna Micol, atleta portacolori del Circolo Canottieri Aniene, vanta due partecipazioni alle Olimpiadi (Pechino 2008 e Londra 2012) con due quinti posti, un secondo ed un terzo posto, nel 2008 e nel 2010 al Campionato del Mondo classe 470, una vittoria (2009) e due secondi posti (2007 e 2010) al Campionato Europeo 470 sempre in coppia con Giulia Conti con la quale ha vinto quasi tutto. E proprio questo “quasi”  le ha dato le motivazioni per rimettersi in gioco, nonostante dopo i Giochi di Londra sembrasse che le sue intenzioni fossero quelle di appendere la muta al chiodo e dedicarsi unicamente alla famiglia. Ricordiamo che Giovanna Micol è sposata e ha una figlia con Michele Paoletti, attualmente impegnato nella campagna olimpica in Finn proprio nel Fantastica Sailing Team di Lanfranco Cirillo.

Il Nacra 17 di Bressani-Micol si solleva in foiling per un breve tratto durante una poppa di allenamento a Palma
Il Nacra 17 di Bressani-Micol si solleva in foiling per un breve tratto durante una poppa di allenamento a Palma

Un entusiasta Lorenzo Bressani racconta: “Tornare nel mondo delle classi olimpiche è un sogno che diventa realtà. Da più di un anno nel tempo libero ho cominciato a navigare con il Formula 18. Ho capito da subito che l’unica persona con la quale avrei potuto affrontare questa nuova sfida era Giovanna. Lei ha un carattere eccezionale, ha la maturità, l’esperienza e le capacità tecniche che nessuna velista/prodiera in Italia può vantare. E’ una grande lavoratrice, non si tira indietro davanti a nulla. Ho cominciato a marcarla stretta da aprile dello scorso anno, all’epoca lei era in dolce attesa per cui non sapendo cosa volesse dire fare la mamma, non si è mai sbilanciata, ma non ha neanche mai detto di no. Ricordo il 19 luglio dello scorso anno, quando nacque la piccola Olivia e andai all’ospedale a trovarle. Ero ovviamente molto felice per Giovi e Michele, un amico dai tempi dell’Optimist, con il quale siamo cresciuti velisticamente assieme alla S.V.B.G…..ma non vedevo l’ora di poterle fare la DOMANDA. Sono trascorsi un paio di mesi, ne abbiamo parlato ancora a Porto Rotondo durante il Campionato dei Mondo Melges 32 e lo scorso novembre abbiamo sciolto le riserve e abbiamo cominciato ad allenarci insieme con un obiettivo molto ambizioso”.

Sorridente, come sempre, Giovanna Micol continua dicendo: “Dopo i Giochi di Londra, nell’agosto 2012, avevo veramente deciso di abbandonare il mondo delle classi olimpiche e dedicare del tempo alla mia vita privata, che per anni ho sacrificato, e di far crescere la famiglia. E così realmente è stato. A luglio è nata la piccola Olivia, felicità pura! Però è arrivato Rufo, che conosco da anni e che già in precedenza mi aveva manifestato le sue intenzioni; ha insistito e io forse con un pò di incoscienza visto che ora sono anche mamma, non ho potuto dire di no. Ci siamo messi subito al lavoro per bruciare rapidamente le tappe visto e considerato che la concorrenza in Italia è molto agguerrita e naviga sul Nacra 17 già da un anno. Stiamo lavorando a testa bassa ogni giorno. Capriole, botte, ma tutto normale, fa parte del gioco”.

https://www.facebook.com/pages/Bressani-Micol-obiettivo-Rio-2016/1394831934117754

Il video degli allenamenti:

Il Fantastica Sailing Team
Il Fantastica Sailing Team nasce nel 2005 per volontà di Lanfranco Cirillo, architetto bresciano che da oltre 20 anni vive e lavora a Mosca in Russia.
Il team si è confrontato negli anni in diverse classi con un percorso sportivo “al contrario” che dai Maxi lo ha portato a confrontarsi nell’altura, nelle classi monotipo (con la vittoria alle Audi Sailing Series e un podio da vice campioni del Mondo melges 32 nel 2013) fino alle derive. Una grande passione per il Finn scoperto alla soglia dei 50 anni, ha spinto Cirillo a trasferire il suo approccio manageriale e una grande esperienza nelle risorse umane nella gestione di un team velico con grandi ambizioni.

Fissato l’Obiettivo su Rio 2016, Cirillo si è circondato di un squadra internazionale di professionisti come l’ucraino Yuri Tokovoi e il russo Vladimir Krutskikh (Olimpionico di Finn a Sydney e ad Atene) che lo supportano come allenatori. Della squadra fanno parte anche Dede De Luca technical advisor del team e altri specialisti nei diversi settori della preparazione psico fisica. Gli atleti del Fantastica Sailing Team per la classe Finn sono: gli italiani Michele Paoletti, Umberto De Luca e Davide Bevilacqua, l’olimpionico croato Ivan Gaspic e due juniores russi Egor Terpigorev e Arkadi Kistanov. Le due coppie composte da Federica Salvà – Francesco Bianchi e Lorenzo Bressani – Giovanna Micol regatano invece nella classe Nacra 17. La filosofia è quella per cui si condividono le scelte tecniche, le metodologie di allenamento e di test sempre sotto l’occhio vigile dell’armatore al quale sono demandate la gestione e la direzione tecnica della squadra con questa filosofia per crescere insieme:  “tutti fratelli fino a 5 minuti dal via…”.

Sponsor e fornitori tecnici:
Sono diverse le aziende che supportano la campagna Olimpica di Bressani-Micol.  Project Italia e Wood Beton, sponsor storici del Fantastica Sailing Team, hanno aderito al progetto. La Zhik, società leader nell’abbigliamento tecnico per derive li ”arruolati” nel suo team  internazionale fornendo loro tutto l’abbigliamento tecnico e lo sportswear.  VelaMania supporta i due atleti con la fornitura di cime ad alta tecnologia per drizze e scotte,  Harken Italy è il fornitore ufficiale dell’attrezzatura di coperta e dei prodotti McLube. Infine Protect Tapes ha aderito al progetto con la fornitura di nastri protettivi al teflon per imbarcazioni da regata e da crociera.

Il Nacra 17:
Il Nacra 17 è il nuovo catamarano olimpico scelto dall’ISAF (la Federazione internazionale Vela, per il quadriennio 2012 – 2016.  È una barca di ultima generazione che, attraverso l’utilizzo dei foil, riprende il concetto delle imbarcazioni dell’America’s Cup.  Lungh.: 5,25 mt; Largh.: 2,59 mt:   Altezza albero: 9,00 mt; Peso: 142 kg;  Sup. velica tot: 36,95 m2;  Equipaggio: 2 persone: Progettisti: Morelli & Melvin / Nacra Hull Material.

Ricordiamo che la vela italiana vanta nella classe già gli ottimi risultati di Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri, vincitori della tappa di World Cup a Miami, e la presenza anche di Gabrio Zandonà e Vincenzo Sorrentino. Per cui un livello molto alto, che contribuirà certamente alla crescita collettiva.

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here