SHARE

Mandello del Lario– Concluso il Campionato Invernale per monotipi del Lario, aperto alla classi Platu 25, J24 e Meteor e organizzato dalla LNI di Mandello del Lario e dal Circolo Vela Tivano di Valmadrera.

La manifestazione, che per questa classi ha dato l’avvio alla stagione velica sul ramo lecchese del Lago di Como,  è stato un buon esempio di sinergia tra Circoli e ha ancora una volta dimostrato che la collaborazione e la capacità di uscire dai propri confini permette di raggiungere ottimi risultati: circa quaranta imbarcazioni in acqua nella soleggiata tappa centrale.

Il campionato,  iniziato il 22-23 febbraio nelle acque antistanti il Circolo Vela Tivano,  si è poi spostato nel suo weekend centrale 8-9 marzo alla sezione LNI di Mandello de Lario e qui si è concluso nel weekend del 22-23 marzo.

Platu 25 in regata a Mandello. Foto Panzeri
Platu 25 in regata a Mandello. Foto Panzeri

Nella Classe Meteor arrivo al fotofinsh di due imbarcazioni a pari punti: prevale, in virtù dei migliori piazzamenti, Oca Affermativa di Carlo Cadeo su La pulce d’acqua di Alessandro Tritto. Al terzo posto Raffica di Daniele Turconi.

Nella classe Platu 25,  alla vigilia dell’ultima giornata la testa della classifica era ben consolidata con Bambolina di Michele e Alessandro Molfino che potrebbe permettersi di non regatare, mentre per il secondo e terzo posto c’era il temporaneo pareggio tra Pirillina di Claudio Fasoli e Kong Bambino Viziato di Richard e Simonetta Martini. Visto il vento crescente partono in pochi, e al termine della prima bolina, con le raffiche oltre i 30 nodi, la regata si trasforma in match race tra i due soli equipaggi rimasti in lotta per il podio.  Spettacolari planate e qualche ribaltone sotto spi rendono incerto il risultato fino all’arrivo,  alla fine la spunta Pirillina di Claudio Fasoli.

Anche nella classe J24 l’ultima prova è risultata decisiva per la definizione del podio. Il primo posto è stato conquistato da “Dèjàvu” di Spreafico Ruggero, partito forte e poi regolare nei piazzamenti per tutto il campionato. La lotta per il podio ha visto un altalenarsi di buoni piazzamenti tra “Elsa” di Tavecchio Marzio, il cui timoniere Corti Massimo ha spesso distaccato più volte la flotta e “Belfagor” di Beppe Perego. Alla fine secondo posto per “Elsa” e terzo per Belfagor”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here