SHARE

Genova- Riceviamo e pubblichiamo con piacere alcuni estratti dai video realizzati a bordo dell’Akilaria 950 Pegasus durante la 900 Nautiques de Saint Tropez, unico equipaggio italiano in regata, sostenuto da YCV ed Eventiavela. Su Pegasus hanno navigato Pietro Boerio e Francesco Conforto, gli armatori, e Ruggero Bellucci.

Pegasus

Come vedrete dalle immagini che vi proponiamo, la 900 Nautiques è una prova d’altura veramente dura, sia perché è in assoluto la più lunga che si corra in Mediterraneo con le sue 900 miglia, sia perché la stagione in cui parte, quest’anno lo start è stato il 22 marzo, espone gli equipaggi a possibili colpi di vento anche molto forti.

Il video:

Per questo motivo occorre avere una barca preparata al meglio e pronta ad affrontare condizioni estreme, oltre a un equipaggio che all’occasione deve essere in grado di sostenere ritmi infernali. L’Akilaria 950, progetto Marc Lombard, è uno scafo appositamente studiato per la navigazione d’altura, con una filosofia progettuale del tutto simile a quella dei Class 40, quindi decisamente orientato alle andature portanti.

Le condizioni incontrate da Pegasus durante la regata sono state dure sin dalla partenza: 30-35 nodi da sudovest poco dopo lo start da Saint Tropez con una prima notte di bolina impegnativa. Poi è arrivata la rotazione a Maestrale, che ha soffiato dai 25 ai 40 nodi nella discesa verso il sud della Sardegna, continuando a spingere forte con punte di 45 nodi  e groppi fino a Ponza. L’ingresso di una nuova pertubazione è stato annunciato da un regine di sudest tra Ponza e la Corsica, prima di una nuova violenta rotazione a nord con picchi di 50 nodi durante l’ultima notte di regata tra Capo Corso e Saint Tropez.

Pegasus ha chiuso al secondo posto in reale dietro il VOR 70 SFS, ex Abu Dhabi, con un quarto posto in IRC. Veramente notevoli le performance su tutto il percorso: 510 miglia nelle prime 48 ore, con un rallentamento obbligato dalla rottura di due gennaker, poi una vera e propria galoppata fino a Ponza, con una punta di velocità di 20.8 nodi e medie quasi sempre intorno ai 15 nodi.

Per l’occasione Pegasus ha navigato con randa e jib storm Quantum; due i solent a disposizione a prua, uno terzarolabile, della Zattoni Sail. Il corredo di vele per le portanti prevedeva gennaker light, medio e pesante della Zattoni più un Code 4. Attrezzatura di coperta Harken, Antal e Marlow.

 

4 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here