SHARE

Palermo – E’ tempo di altura per la flotta a rating siciliana, che si appresta a vivere alcuni appuntamenti di grande fascino per le prove offshore. Si inizia con la Palermo-Ustica-Palermo, organizzata dal CUS, che partirà dal capoluogo siciliano venerdì 11 aprile alle ore 16, con 26 iscritti.

In regata nel golfo di Palermo
In regata nel golfo di Palermo

Regata che si annuncia come molto combattuta e senza un favorito in assoluto. Se in tempo reale sarà battaglia tra i due Comet 45, Elima e Wireless, in tempo compensato sul percorso di 80 miglia potrebbero venire fuori le piccole. Occhi puntati quindi sul First 35 Iride e sul First 34.7 Jules et Jim, ma non sono i soli a potere dire la loro. Il Class 33 Paluck III, già vincitore della Onehundredandthirtymiles nel 2013 è una barca che può puntare in alto, così come il Bad 37 Obi Wan o l’X35 Irascibile.  Attenzione anche allo Ziggurat 995 Joshua II, barca rivelatasi “ammazza grandi” tra i crociera regata al recente Invernale del CVS dove è riuscita a battere per due volte il plurititolato Grand Soleil 40 Alvarosky.

Chiusa la parentesi della Palermo-Ustica-Palermo, per la flotta siciliana sarà tempo di ricominciare a pensare alla Onehundredandthirtymiles, prova dell’Italiano Offshore in programma per il 25-27 aprile, alla quale seguirà poi l’Eolian Sailing Week. Dal 12 al 15 giugno occhi puntati poi su San Vito Lo Capo con il Campionato ORC del Mediterraneo: in Sicilia verrà riproposto il duello tra l’NM 38 Scugnizza e l’M37 Low Noise, che hanno deciso entrambe di essere presenti a un appuntamento che stagione dopo stagione cresce sempre come livello.

http://eoliansailingweek.it/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here