SHARE

Saint Barth- I settanta equipaggi delle “Voiles de Saint Barth” hanno finito di iscriversi: la settimana di regate è incominciata.
In solo quatto anni di esistenza, le Voiles de Saint Barth hanno già sedotto i più talentuosi marinai mondiali. I due ambasciatori dell’evento, Jean Todt ed il Professore Gérard Saillant, rispettivamente vice presidente e presidente dell’Istituto del Cervello e del Midollo Spinale, hanno introdotto una nuova dimensione umanitaria all’evento.

In effetti, gli organizzatori hanno deciso di offrire una certa visibilità e uno spazio di promozione eccezionale a questa fondazione internazionale, durante tutta la durata delle regate con, più in particolare, una serata di Gala domani mercoledì 16 aprile: sponsor, armatori, velisti, politici e leader economici dell’isola di Saint-Barthélemy saranno presenti a questo fantastico evento.

Foto Wrght
Foto Wrght

Voiles de Saint-Barth: indimenticabili
Un colpo d’occhio alla lista degli iscritti rivela immediatamente la spettacolare ascensione dell’evento : la flotta è sempre più ricca di professionisti. Degli specialisti dell’America’s Cup come Terry Hutchinson, Craig Monk, John Cutler (Bella Mente), Andrew Henderson (Caol Ila R), Peter Isler (Rambler)… si confronteranno con dei grandi navigatori della Volvo Ocean Race (Mike Sanderson o Brad Marsh) e degli specialisti delle transatlantiche (Cam Lewis, Manu Le Borgne…) e del Vendée Globe (Bertrand de Broc). Venuti da una ventina di nazioni, queste centinaia di marinai garantiscono alle Voiles de Saint Barth delle sfide e degli scambi di conoscenze e di esperienze. Tra gli italiani possiamo citare Michele Cannoni, specialista dell’America’s Cup, Andrea Scarabelli o ancora Andrea Visintini, specialista dei TP52 e dei MiniMaxi.

Maxi Yacht, IRC 5, catamarani, trimarani: la flotta di questa edizione Voiles de Saint-Barth 2014 offre un formidabile panorama di ciò che si fa di meglio in materia di architettura navale contemporanea.  Leggeri, potenti, sobri, i MiniMaxi Bella Mente o Caol Ila R troveranno una ragione di più per confrontarsi a Rambler, il 90 piedi di Reichel Pugh costruito per i grandi record.

Mercoledì 16 aprile una grande serata di Gala è prevista all’Eden Rock. Il professor Gérard Saillant e il presidente della collettività Bruno Magras dirigeranno la serata. Un’asta di beneficienza sarà organizzata durante questa serata. Gli sponsor e gli abitanti dell’isola si sono dimostrati entusiasti ed hanno proposto numerosi oggetti di lusso da mettere in vendita.

www.lesvoilesdesaintbarth.com/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here