SHARE

Roma- Si è svolta oggi al Circolo Ufficiali della Marina di Roma la V edizione del Premio Giornalistico Letterario Carlo Marincovich, dedicato alla figura del grande giornalista di Repubblica e pionere del giornalismo nautico italiano. Nella V edizione del Premio, curato da Patrizia Melani Marincovich, hanno partecipato 20 libri e 13 articoli.

i premi dell'edizione 2014
i premi dell’edizione 2014

Mario Sonnino di Nautica, per conto di Michele Galli, armatore del IRC 52 B2 vincitore nel 2013 della Copa del Rey e della Rolex Middle Sea Race ha consegnato il guidone di questa splendida regata d’altura a Giovanni Panella, 2° classificato nella sezione “storia del mare”,  con l’articolo “Il tempo dei gozzi”: un bel racconto sulla Genova che non c’è più, sulle sue rive e le sue barche di pescator

Il Dottor Raffaele Chiulli, Presidente dell’Union Internationale Motonautique ha consegnato l’elica dell’UIM F1 con la quale Guido Cappellini ha vinto il Campionato del Mondo nel 2009 a Daniele Busetto, 1° classificato nella sezione “storia del mare” con l’articolo “Il Presidente Marinaio”. A 60 anni dalla sua scomparsa, Busetto ci racconta la passione per il mare di John Fizgerald Kennedy.

Andrea Mura, al tempo uno dei più giovani velisti dell’equipaggio de Il Moro di Venezia, ha consegnato la bandiera del Moro di Venezia, messa a disposizione dall’Associazione Amici del Moro a Roberto Neglia 2° classificato nella sezione “navigazione” con l’articolo “AC: Show-down di Spithill-Ainslie” appassionante cronaca delle imprevedibili regate di America’Cup a San Francisco con gli avveniristici e pericolosi AC72.

L’Ammiraglio Paolo Bembo, Direttore responsabile della Rivista della lega Navale Italiana, ha consegnato il timone dello “Spiffero”, un topo degli anni ’30, imbarcazione da pesca, tipica delle valli lagunari gradesi a Corradino Corbò, 1° classificato nella sezione “navigazione” con l’articolo “meno sogni più realtà”. Un’analisi puntuale e ben documentata sul futuro della nautica da diporto.

Alessandra Sensini, membro del Comitato d’Onore, campionessa olimpica e mondiale di windsurf e responsabile tecnico della vela giovanile del CONI ha consegnato il piatto realizzato con i resti di carbonio del “Dimore del Garda” di Giorgio Zuccoli, ad Aldo Caterino 2° classificato nella sezione “cultura del mare” – saggistica con il libro Italia Navigazione edito da Il Portolano. Un’opera completa sulle rotte dei Transatlantici. Le grandi navi che hanno fatto grande l’Italia nelle tratte transoceaniche sia per i viaggiatori di 1° classe con il lusso e il design che per quelli di 3°, gli emigranti in cerca di una vita migliore… Dal Nastro Azzurro del Rex al record del Dimore.

L’Ammiraglio Claudio Gaudiosi Sotto Capo di Stato Maggiore della Marina Militare ha consegnato una maglia della catena della “Gorgona”, la nave in attività di scorta alle imbarcazioni a vela della Marina Militare impegnate nella regata “Coppa del Rey” (agosto 2011 – Port Mahon Isola di Minorca) a Lilla Mariotti, 1° classificata nella sezione “cultura del mare” – saggistica con il libro Tristan da Cunha edito da Magenes. L’incredibile storia di un’isola vulcanica nell’emisfero sud dell’Oceano Atlantico e dei suoi abitanti.

Alessandro Rinaldi, responsabile del settore Vela d’altura del Circolo Canottieri Aniene di Roma e skipper, ha consegnato  il “guidone del Circolo” montato sul TP52 Aniene 1° Classe, campione Europeo ORC nel 2012 a Dario Alfonso Ricci, 2° classificato nella sezione “cultura del mare” – narrativa con il libro “la leggenda del faro”-La Bancarella Editrice,  dove, partendo da un faro realmente esistito, sulla costa tirrenica, nei pressi di Piombino, l’autore racconta la difficile vita di isolamento dei “guardiani del faro” ma anche i lavori di manutenzione, le notti stellate e le tempeste invernali. Un libro a tratti duro, a tratti romantico e sempre ben documentato.

Paolo Longanesi Cattani consegna ad Andrea Mura il premio
Paolo Longanesi Cattani consegna ad Andrea Mura il premio

Francesco Longanesi Cattani di Prada ha infine consegnato il “terminale in carbonio del buttafuori di Luna Rossa ITA 94”  ad Andrea Mura, 1° classificato nella sezione “cultura del mare” – narrativa con il libro “L’avventura, l’ignoto e la paura” edito da Mursia; ovvero come, per la prima volta un bravo velista italiano, con mezzi limitati e tanta volontà prepara Vento di Sardegna e vince nella sua classe la mitica“Route du Rhum”, regata in solitario da Saint- Malo alla Guadalupa. Un libro autoironico pieno di passione.

Alessandra Sensini per conto dello Yacht Club Italiano di Genova ha consegnato il timone del 470 di Ilaria Paternoster e Benedetta di Salle, giovani campionesse e grandi promesse della squadra nazionale di Classe Olimpica a Emanuela Nava, 1° classificata nella sezione “cultura del mare Junior”.

Alessandro Rinaldi, Vice Commodoro dello YCCS ha consegnato la litografia realizzata per i 30 anni dalla prima partecipazione italiana all’America’s Cup con il 12m JI Azzurra, progettata dallo Studio Vallicelli a Luciano Làvadas, curatore della versione italiana dello splendido libro “Storia della Lous Vuitton Cup” Edizione l’Ippocampo.

L’Ammiraglio Claudio Gaudiosi Sotto Capo di Stato Maggiore della Marina Militare ha  consegnato una pagaia storica decorata ad arte dal “maestro” Piergiorgio Baroldi, gentilmente messa a disposizione dalla Reale Società Cantieri Bucintoro di Venezia ad Attilio Bolzoni per i suoi puntuali e sofferti articoli da Lampedusa su La Repubblica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here