SHARE

Hyeres, Francia- Beh… Oro a Miami, argento a Palma e oro ancora a Hyeres. la Sailing World Cup nei Nacra 17 parla italiano, piu’ precisamente gardesano di sponda veronese, con Vittorio Bissaro, e milanese, con Silvia Sicouri. I due atleti hanno vinto la regata di Hyeres dopo aver concluso al secondo posto la Medal Race conclusiva, riuscendo a recuperare ben 9 punti agli australiani Bundock-Curtis e a finire allo stesso punteggio dei francesi Besson-Riou. Ma chi prevale nella Medal vince tutto, cosa che appunto hanno fatto Vittorio Bussaro e Silvia Sicouri. Bravissimi, con una crescita e una costanza di risultati che fa ben sperare. I due riescono a mettere a frutto nel migliore dei modi la lunga esperienza specifica nei multiscafi (Bissaro e’ praticamente cresciuto sui Formula 18 dive ha vinto moltissimo e anche la Sicouri, figlia d’arte, ha lunga pratica e successi sui cat), mettendo dietro mostri sacri della vela mondiale.

Bravo Vittorio Bissaro e brava Silvia Sicouri. Foto Socha
Bravo Vittorio Bissaro e brava Silvia Sicouri. Foto Socha

Continuare a lavorare, con l’umiltà e la precisione che li caratterizza, sarà per loro l’unico scopo, con le prue del Nacra italiano che già guardano con interesse al Campionato del Mondo di Santander, il prossimo settembre. Bravissimi e complimenti ancora per il loro sorriso e la loro freschezza atletica e umana. Un gran bell’equipaggio su cui contare. La miglior notizia della vela italiana in questo inizio di 2014.

Vittorio Bissaro racconta la medal race: “Il nostro piano questa mattina era chiaro: dovevamo arrivare davanti all’equipaggio francese (secondo in classifica) e fare la miglior regata possibile. Da subito ci siamo trovati in una buona posizione ma dietro al nostro avversario diretto, mentre l’australiano (primo in classifica) era nelle retrovie. Abbiamo avuto la nostra occasione quando mancavano pochi metri al traguardo e non ce la siamo fatta scappare superando il francese di qualche lunghezza sulla linea d’arrivo…è stata una regata tiratissima”.

Silvia Sicouri prosegue: “Siamo senza parole, ieri abbiamo commesso il primo vero errore della regata prendendo una bandiera nera, ma siamo stati capaci di non perdere la concentrazione e rimanere vicini ai primi due equipaggi. Vincere il secondo oro e terza medaglia di seguito in una prova di Coppa del Mondo, e farlo davanti al presidente dell’ISAF e della FIV Carlo Croce insieme al Direttore Tecnico Michele Marchesini e al nostro coach Ganga Bruni è una soddisfazione indescrivibile. A loro e a tutta la squadra federale oltre che ai nostri sponsor va il nostro più grande ringraziamento per il lavoro svolto in questo ultimo anno. Queste sono solo le prime tappe di un percorso che è ancora lungo e in ripida salita, ma ora sappiamo di essere sulla strada giusta”.

Il prossimo appuntamento del Team Bissaro-Sicouri sarà la Garda Trentino Olympic Week nelle acque dell’alto Garda dal 7 all’ 11 maggio.

Le selezioni per Santander comprendevano Palma, Hyeres (il miglior risultato tra le due) e gli Europei di ogni classe.

Nelle altre classi, quinto posto per Flavia Tartaglini (sesta nella Medal) negli RS:X donne e decimo per Conti-Clapcich (2-7-1 nelle tre prove di medal) negli FX, le uniche altre due classi che hanno visto i nostri in Medal Race.

La partenza della Medal Race Finn. Foto Touw
La partenza della Medal Race Finn. Foto Touw

Vincitori nelle altre classi sono stati: Potsma (NED) Finn, Burton (AUS) Laser, van Acker (BEL) Radal, Belcher-Ryan (AUS) 470M, Aleh-Powrie (NZL) 470F, Burling-Tuke (NZL) 49er, Grael-Kunze (BRA) FX, Myszka (PL) RS:X M, Delle (GER) RS:X F.

http://swc.ffvoile.com

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here