SHARE

Riva del Garda- Tredici prove previste e tredici prove portate a termine alla Fraglia Vela Riva, sul Garda Trentino, per i Campionati Mondiali Byte CII, classe giovanile singola protagonista insieme alle tavole Techno 293 alla seconda edizione delle Olimpiadi Giovanili. Cinque giornate molto intense che hanno coinvolto giovani velisti di 15 e 16 anni provenienti da 24 paesi diversi, impegnati nelle qualificazioni.

Le regate disputate sono sempre state molto regolari con un buon vento oscillato dai 12 ai 16 nodi, con la conclusione di domenica caratterizzata da due regate mattutine con vento da nord, novità rispetto alle altre 11 prove corse sempre nelle classiche condizioni gardesane di vento da sud del primo pomeriggio.

Ft Gla
Foto Giolai

Categoria maschile
Dominio assoluto dell’ungherese Vadnai confermato campione del mondo con ben 25 punti di vantaggio, nonostante non si sia presentato nelle ultime due prove (scartate). Argento mondiale per l’olandese Houtman (1-5 i parziali finali) e bronzo per lo svedese Nordquist (6-1 i parziali delle ultime due regate). Grande soddisfazione per il circolo organizzatore non solo per il successo della manifestazione, ma anche per il risultato di un suo atleta: Vittorio Gallinaro, partito un po’ altalenante, ha dimostrato carattere nelle ultime giornate, in cui non si poteva sbagliare più nulla, non solo per raggiungere la qualifica per nazione, ma possibilmente per arrivare vicino al podio, come primo italiano. Vittorio, seppure senza grandi acuti a parte un secondo in regata 8, è stato molto regolare chiudendo il campionato con due quarti, che gli hanno permesso di superare nel finale il croato Zivanovic e guadagnarsi il quarto posto finale, terza nazione sulle 6 qualificabili. Grecia, Portogallo e Francia le altre nazioni ammesse dopo Olanda, Svezia e Italia e alle pre-qualificate Ungheria e Croazia – grazie rispettivamente ai risultati finali di Kouklakis Papadopoulos, Rodolofo Pires e Richard Romen. Buon ottavo posto di Umberto Varbaro (LNI Follonica), un po’ troppo incostante.

Categoria femminile
Tra le donne le ultime due regate hanno invece cambiato il podio, strappandolo all’italiana Carolina Albano (CV Muggia), che nulla ha potuto contro la detentrice del titolo Maria Erdi (HUN 9). Per l’Italia qualifica raggiunta come prima nazione (Ungheria e Olanda pre-qualificate) anche se con un po’ di delusione per il podio sfuggito nel finale. Ukraina, Gran Bretagna, Portogallo, Norvegia e Francia le altre nazioni europee qualificate all’Olimpiade, mentre per quanto riguarda il continente africano si sono qualificate Egitto e Sud Africa, anche se senza avversaria, dato che l’algerina Ismahene (terza nazione africana presente), si è infortunata nel primo giorno di regate.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here