SHARE

Santa Marinella- Dopo sei prove in condizioni diverse e sempre molto divertenti e impegnative, il vincitore della prima tappa dell’SB20 ZHIK Sailing Series 2014 è UJI con al timone Alessio Marinelli. Segue a soli tre punti Niccolò Bianchi alla guida di Mary Vichy e terzo sul podio è Luca Domenici su Notaro Team.

SB20 in regata
SB20 in regata

“L’allenamento ha pagato e finalmente siamo riusciti a vincere una tappa SB20″, dice un soddisfatto Marinelli, “ma la stagione è lunga e con una battaglia non si vince la guerra. E’ comunque una piccola, prima soddisfazione personale. Ringrazio i miei ‘fanciulli’ e soprattutto la nostra donna del team, Francesca Ajello. Sarebbe bello trovare dei nuovi armatori che potessero aumentare il già alto livello degli equipaggi della Classe”.

C’è stata grande battaglia in acqua, dietro all’indiscussa leadership della barca di Civitanova, la lotta era piuttosto equilibrata e non sono mancate le classiche “sportellate” con conseguenti giri di penalità. Nonostante questo, nessuna protesta è stata discussa a fine gara e l’eccellente lavoro del Comitato presieduto da Vincenzo Pulcini, si potuto limitare al campo di regata. Tre prove al giorno, quasi senza interruzione tra l’arrivo dell’ultimo scafo e il suono del segnale di partenza. Il primo giorno è stato caratterizzato da sole e vento intorno ai 10 nodi, mentre la domenica il vento è stato anche sopra i 15 nodi con onda di quasi 2 metri e pioggia incombente.

“Sono molto felice della prima tappa SB20”, commenta al termine della manifestazione il nuovo presidente della Classe Italiana, Gian Matteo Paulin, “Abbiamo avuto un meteo favorevole che ci ha permesso di completare tutte e sei le prove in programma. La tanto annunciata pioggia ci ha colto solo durante le operazioni di alaggio delle barche e premiazione. Le regate sono state agonisticamente valide con equipaggi agguerriti e titolati sulla linea di partenza. I miei complimenti a Peppu Marinelli che ha dimostrato ancora una volta che la costanza e l’allenamento pagano più di ogni altra cosa. Il divertimento a terra non è mancato e l’aspettativa è quella di veder sempre più barche sulla linea di partenza delle prossime tappe”.

www.sb20.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here