SHARE

Caorle– Con l’arrivo di Batticuore, Folie Douche del 1973 di soli 9,17 metri condotta con estrema determinazione da Marco Morassut e Marco Cameran, sospinta al traguardo da un vento di scirocco a 25 nodi, si è conclusa felicemente alle 18.01.34 di domenica 11 maggio l’entusiasmante edizione del ventennale de La Duecento.

La regata organizzata dal Circolo Nautico Porto Santa Margherita in collaborazione con Marina 4, la partnership di Paulaner, Slam, Acqua San Benedetto, Techimpex, Marina di Sant’Andrea, l’istituto Lepido Rocco, il patrocinio e contributo del Comune di Caorle, il patrocinio di Provincia di Venezia e Regione Veneto è valida per l’assegnazione del titolo di Campione Italiano Offshore e per il titolo di Armatore dell’Anno-Trofeo Sergio Masserotti.

Il Trofeo Paulaner Line Honours è andato nella classe 200XTutti al Tp52 A-Team di Giorgio Martin (ex-Aniene I° Classe, Campioni Italiani Offshore 2012, Campioni Assoluti d’Altura 2011 e 2012 e Vice-Campioni Mondiali 2013), mentre nella classe 200×2 alla ritrovata coppia Franco Daniele-Cesare Bressan su Città di Grisolera NPS System.

Le classifiche provvisorie in compensato vedono il trionfo in classe 200XTutti di Duvetica WG dell’armatore Sergio Quirino Valente, che aveva a bordo a bordo giovani talenti della vela triestina e non solo. L’Arya 415 ha tagliato il traguardo quinta assoluta, domenica 11 maggio alle ore 00.00.08.

Così il timoniere Daniele Augusti all’arrivo “E’ stata una regata difficile come tutte le lunghe, abbiamo cercato di rispettare quello che ci suggerivano le previsioni. Nella prima fase della regata abbiamo trovato pochissimo vento e ci siamo fermati sotto Sansego, dove la flotta si è ricompattata. La seconda parte della regata è stata più fortunata per quel che riguarda il vento” continua Augusti “è stata una risalita abbastanza veloce, con una rotta dritta a circa 10 nodi. E’ stata una prova bella, lunga e impegnativa”.

L’assoluto della classe 200X2 è andato a Città di Grisolera di Daniele-Bressan, che sono riusciti ad avere la meglio su imbarcazioni molto competitive come il Class40 TWT UComm di Rodolfi-Aguadro, che dopo Sansego ha scelto il lato più verso la costa, perdendo preziose miglia.

Le classifiche IRC XTutti vedono il meritato successo in classe 0 di Fanatic di Piero Peresson, seconda imbarcazione assoluta ad aver tagliato il traguardo di Porto Santa Margherita, la classe 1 è ancora appannaggio di Duevetica WG, la 2 va a Demon-X di Borgatello N./Lombardo D. e la classe 3 a X-Sea Io regato XEmma di Mario Mantegazza.

In classe IRC Crociera, trionfa per la quarta volta Quemas, Elan 333 del torinese ormai triestino d’adozione Paolo Bonsignore e il suo affiatato gruppo di amici, sempre più appassionati velisti d’altura.

I compensati IRC X2 nella classe 0 vedono sul podio più alto ancora Città di Grisolera NPS System e in classe 1 Take Five, First 30 dei milanesi StefanoRusconi e Michele Borea D’Olmo, entusiasti per il risultato alla loro prima regata in doppio.

Le classifiche ORC, con 33 imbarcazioni iscritte complessivamente che partecipano al Campionato nazionale, hanno decretato il successo nella classe ORCiXTutti di Duvetica WG e nella classe ORCiX2 di Sagola 60, J-109 dell’udinese Massimo Minozzi alla sua prima regata lunga in doppio, in coppia con il bravo prodiere monfalconese Manuel Polo.

La Duecento 2014 è partita da Caorle, sulla rotta di duecento miglia fino a Sansego in Croazia venerdì 9 maggio, con 67 imbarcazioni al via dopo la rinuncia all’ultimo momento per motivi tecnici di Atame! di Beppe Bisotto e di Mummy One Metal Serukes di Alessio Querin. Hanno tagliato il traguardo 61 imbarcazioni, dopo i ritiri di Ewoo di Marco Balboni, Matkah di Alessandro Vollono, Zoom di Rigoni, Kaos di Guido Zambon, Challenger n. 8 di Diego Waser e Obelix di Pesarin-Bivi.

Caorle– Alle ore 19.52.02 di sabato sera A-Team di Giorgio Martin è la prima imbarcazione a tagliare il traguardo della XX edizione de La Duecento del Circolo Nautico Porto Santa Margherita vincendo il Trofeo Paulaner LineHonour XTutti.

All’arrivo, con un vento di Scirocco intorno ai dieci nodi, l’armatore Giorgio Martin visibilmente soddisfatto per il primo successo di stagione ha commentato “E’ stata una bella regata, ci siamo divertiti, è stato duro il tratto in discesa verso Sansego dove siamo arrivati questa mattina all’alba e ci siamo fermati in bonaccia un paio di ore. La flotta a quel punto si è ricompattata con gli scafi più piccoli che si avvicinavano. Nella risalita siamo stati più fortunati” continua Martin “il vento ci accompagnato fino all’arrivo. A bordo una parte del team storico con cui abbiamo vinto il Campionato Italiano Offshore 2012, Simone Spangaro al timone che si è alternato con Francesco Rigon e Fulvio “Pompier” Manuelli alla prua, oltre ad alcuni ragazzi nuovi, che si sono comportati molto bene.”

A Team all'arrivo. Foto Carloni
A Team all’arrivo. Foto Carloni

A circa mezz’ora di distanza, alle 20.21.45 ha tagliato il traguardo Fanatic di Piero Peresson, glorioso Luffe 54 del 1986 che con vari nomi, da Città Fiera, a Active Fanatic, a GPS Buste Ecologiche, ha attraversato con successo una buona parte della storia della 500×2 e più recentemente de La Duecento.

Alle 21.56.29 è la volta della prima imbarcazione della classe 200×2, il Felci 45 Città di Grisolera NPS System di Franco Daniele e Cesare Bressan vincitori del Trofeo Paulaner Line Honour X2, che ritrovano smalto e voglia di regatare insieme dopo la 500×2 del 2008.

Così Cesare Bressan all’arrivo “Siamo partiti subito bene, le condizioni erano ideali per la nostra barca. Abbiamo fatto quasi tutta la regata in match race con TWT UComm, poi all’altezza delle isole Brioni siamo riusciti a superarli e distanziarli e abbiamo scelto di tenerci distanti dal faro di Porer. Abbiamo navigato insieme fino a Sansego e quindi siamo partiti tenendoci sotto costa dove siamo riusciti ad agganciare il vento di sud che ci ha accompagnato fino all’arrivo, la barca correva e abbiamo scelto la rotta diretta. E’ stata una bellissima regata, la prima lunga fatta insieme dopo tanti anni, decisa quasi all’ultimo momento.”
“Ci siamo fatti un regalo reciproco, avevamo bisogno di tornare in mare a fare una lunga” gli fa eco Franco Daniele “ abbiamo navigato molto insieme e gli automatismi tra noi in barca sono tornati a galla con facilità. Siamo partiti entrambi con lo stesso obiettivo in mente, senza mai parlarne e siamo soddisfatti di averlo raggiunto. E’ stata una bella regata, c’è stato poco vento in discesa e quel poco siamo riusciti a sfruttarlo.”

Nella tarda serata anche gli arrivi di Victor-X di Vittorio Margherita alle 23.44.31 e Duvetica WG alle 00.00.08 di domenica 11 maggio, tra i favoriti con i tempi compensati.
Gli arrivi si susseguiranno la mattina di domenica 11 maggio, il tempo limite per concludere la regata è alle ore 20.00.

Caorle- Partita ieri la XX edizione de La Duecento del Circolo Nautico Porto Santa Margherita ha visto già le prime barche doppiare l’isola di Sansego (Susak), dopo l’impegnativo Quarnaro. Nel gruppo di testa Fanatic di Peresson è riuscito a superare il veloce TP52 A-Team di Martin e ha girato primo assoluto Sansego intorno alle 8.30 di stamattina sabato 10 maggio. A circa un quarto d’ora di distanza segue A-Team e quindi alle 9.30 la prima imbarcazione della classe X2, Città di Grisolera della coppia Franco Daniele-Cesare Bressan che hanno ritrovato il giusto feeling e conducono una regata ineccepibile.

Città di Grisolera. Foto Carloni
Città di Grisolera. Foto Carloni

Alle 10.30 è transitato Victor-X, X50 di Vittorio Margherita sicuramente determinato a rifarsi dopo il secondo posto dello scorso anno a causa della rottura di una vela.
Duvetica WG di Sergio Quirino Valente passa alle 10.50, seguito da TWT UComm di Marco Rodolfi-Matteo Auguadro, seconda imbarcazione della classe X2 a transitare alle 11.15.

Tra le 12.15 e le 12.45 raggiunge Sansego il grosso della flotta in formazione compatta, con Give me Five di Renato Codato, l’altro Arya415 in regata, a guidare la fila seguito da Andrea due di Isidoro Rebatto, Margherita dei Burello, Vulcangas di Enrico Fabbri.

Il video della partenza (by Simona Bellobuono):

In queste ore nell’area vicina al waypoint di Sansego un robusto vento termico dal terzo quadrante sta sospingendo ad una discreta velocità le prime imbarcazioni verso il traguardo di Porto Santa Margherita, che dovrebbero raggiungere in serata.
Il resto della flotta intanto si è lasciata alle spalle Capo Promontore e punta ormai decisa verso Sansego.

La Duecento 2014 è organizzata dal Circolo Nautico Porto Santa Margherita in collaborazione con Marina 4, con la partnership di Paulaner, Slam, Acqua San Benedetto, Techimpex, Marina di Sant’Andrea, l’isituto Lepido Rocco il patrocinio e contributo del Comune di Caorle, il patrocinio di Provincia di Venezia e Regione Veneto. Le tracce delle imbarcazioni partecipanti sono visibili nella sezione

Tracking del sito www.lacinquecento.com, con una differita di circa 15 minuti.

La gallery della partenza, by Andrea Carloni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here