SHARE

Porto Cervo- Si è disputato nel week end il Trofeo Challenge Alessandro Boeris Clemen. Casa Boeris ha aperto le sue porte alle 18.30, con gli amici che arrivavano alla spicciolata tra i brindisi numerosi. Sabato 23 il buongiorno si è visto sin dal mattino: il mare piatto, un cielo terso e i profumi primaverili di una Sardegna più smagliante che mai, hanno accompagnato i regatanti per tutta la giornata.

Sul fronte sportivo il comitato di regata ha messo in campo la propria esperienza riducendo fin da subito il percorso costiero previsto, a causa del vento leggero e ballerino di 5/8 nodi da nord-est, dando così vita ad un bastone di 12 miglia Saline – Monaci –Liscia di Vacca.

Nella prima parte della regata, partita alle 11.35, le barche sono state impegnate in una bolina molto tattica, che ha visto frequenti cambi di leader. La flotta dei J24 è arrivata per prima ai Monaci, passaggio ricco di emozioni e di capovolgimenti di fronte a causa della corrente presente nella zona e di alcuni salti di vento.

Un unico divertente traverso sotto spinnaker ha poi portato le barche fino all’isola dei Cappuccini, per poi concludere la regata di fronte all’ingresso del Marina dell’Orso di Poltu Quatu.

Fin da subito è stato chiaro che l’arietta avrebbe favorito la prestazione sportiva delle barche più leggere; così mentre per Vistona, splendido cutter aurico d’epoca di Borea D’Olmo e per i due storici Vagabond di Carpani e Manenti il cronometro si è fermato ben oltre le quattro ore, i J24 ne impiegavano poco più di tre, posizionandosi ai primi quattro posti.

img_3892

Boomerang, il J24 timonato da Franco Pistone, alla fine l’ha spuntata su tutti aggiudicandosi la classifica di classe e overall. Piazza d’onore dei J24 per New Mollica di Bertacchi, seguito da Pane e Marmellata di Ferracin. In classe crociera Botta Dritta di Evero Niccolini si è imposto su Bruschetta di Consonni, terzo Mollicone timonata da Pisapia.

Il gruppo dei Grifoni, i compagni dell’Accademia Navale di Livorno che con Alessandro Boeris avevano condiviso gli anni della formazione militare, hanno partecipato numerosi con il solito entusiasmo.

Lo YCCS ha fornito, come sempre, un’impeccabile prova di organizzazione ed ospitalità, dalle operazioni a mare al ricco buffet della premiazione che si è conclusa con la consegna del premio Commodoro Gianfranco Alberini, all’Ammiraglio Giorgio Caligani dell’equipaggio di Saracena, da parte di Edoardo Recchi, il Direttore Sportivo dello YCCS e di Giovanna Alberini, a testimonianza del fair play e dei valori che da sempre caratterizzano la manifestazione.

Partner dell’evento sono stati lo Yacht Club Costa Smeralda, il Marina dell’Orso, Meridiana, Slam, Wilco srl, Cerasarda e l’IMA International Maxi Association per il concreto sostegno e tutti coloro che hanno partecipato e dato vita al Trofeo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here