SHARE

Lisbona, Portogallo- Il giovane equipaggio di Team Alvimedica è partito ieri per affrontare il primo, impegnativo test in preparazione per la Volvo Ocean Race 2014/15: la navigazione transatlantica da Lisbona verso Newport, Rhode Island.

Il Tean SCA ha invece concluso ieri la transatlamtica di ritorno da Newport a Lanzarote.

Sebbene siano i nuovi arrivati sulla scena del più impegnativo evento velico oceanico, i velisti di Team Alvimedica stanno accumulando una preziosa esperienza grazie al sistema di “insegnamento” creato dal management della squadra. Già all’inizio del mese, infatti, l’equipaggio si era affidato al professor Paul Cayard per alcuni giorni di allenamento intensivo e oggi, per la navigazione transatlantica si affida ai validi consigli del neozelandese Stu Bannatyne.

Stu Bannatyne a bordo di Alvimedica. Foto Martin Raget
Stu Bannatyne a bordo di Alvimedica. Foto Martin Raget

Bannatyne è uno dei velisti che ha raccolto maggior successo nella storia della Volvo Ocean Race, il giro del mondo a vela in equipaggio noto agli albori come Whitbread Round the World Race. Su sei partecipazioni complessive ha ottenuto ben tre vittorie, inclusa quella del debutto nel 1993/94 su NZ Endeavour, insieme a un’altra leggenda della vela oceanica, lo skipper Grant Dalton. Bannatyne ha anche ottenuto la vittoria nel ruolo di watch captain a bordo di Illbruck nell’edizione 2001/02 e su Ericsson 4 nel 2008/09. Nell’edizione passata ha ottenuto il secondo posto con CAMPER with Emirates Team New Zealand.

“Avere Paul Cayard come mentore nella prima sessione di allenamento è stato fantastico e sarà fantastico avere un velista del calibro di Stu in questa occasione. Entrambi possono condividere tanto con noi e starà a noi assorbire il più possibile, vedere le loro prospettive differenti.” ha dichiarato lo skipper di Team Alvimedica Charlie Enright. “Stu è un veterano della regata, ma ciò non gli ha impedito di condividere generosamente con noi la sua esperienza, siamo davvero fortunati ad averlo con noi.”

Enright e il suo co-equipier Mark Towill hanno già fatto un viaggio straordinario per poter essere sulla linea di partenza della Volvo Ocean Race a ottobre ad Alicante. Si sono conosciuti sul set del film targato Disney Morning Light sette anni fa dove hanno iniziato a sognare di competere nella Volvo Ocean Race, che hanno scoperto grazie ai veterani protagonisti della pellicola. Ma è stato l’appoggio da parte di Alvimedica, la società con sede a Istanbul in Turchia, con grandi ambizioni di crescita a livello mondiale nel settore del medicale, che il sogno ha cominciato a prendere forma reale.

Stu Bannatyne è stato molto colpito da quanto visto fare finora da Enright, Towill e i giovani velisti che stanno effettuando la selezione per entrare a far parte dell’equipaggio titolare. “Sono rimasto impressionato dalla professionalità e dall’entusiasmo con cui Charlie e il suo team di giovani ha affrontato la campagna. La loro volontà di innovare e di lavorare a fondo per trovare le soluzioni migliori è davvero bella da vedere e sono contento di poter lavorare con loro in questa traversata.”

Il team e Alvimedica progettano di avere al loro fianco altri velisti leggendari del giro del mondo per dare a Charlie e Mark, entrambi under 30, qualcosa in più rispetto ai loro concorrenti, più maturi e sicuramente più esperti. “Noi di Alvimedica abbiamo grandi ambizioni in tutto ciò che facciamo. Cerchiamo sempre le competenze migliori al mondo nel nostro campo e sviluppiamo collaborazioni di alto livello. Perciò usare lo stesso approccio per Team Alvimedica è una cosa naturale per noi, che consideriamo l’equipaggio come se fosse parte della nostra famiglia. E’ nel nostro DNA.” ha spiegato Anna Malm Bernsten, Campaign Director di Team Alvimedica.
www.volvooceanrace.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here