SHARE

Ragusa- Prima settimana di giugno all’insegna degli eventi al Marina di Ragusa. Dopo la conclusione della “Sicilia in Jigging”, evento dedicato al mondo della pesca sportiva, sabato prossimo il marina si trasformerà in un grande campo di golf grazie alla manifestazione “Il Porto in buca”.

locandina il porto in bucaIn collaborazione con il Donnafugata Golf Resort, l’evento farà provare gratuitamente a tutti i partecipanti il piacere di praticare questo sport, una volta tanto in riva al mare. Saranno allestite delle reti e un tappeto verde per rendere ancora più spettacolare la manifestazione in programma sabato 7 giugno dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21.

Attraverso una serie di attività sarà coinvolto il pubblico che potrà assistere alle dimostrazioni e alle lezioni di gioco lungo e putting green grazie alla presenza di un maestro federale. Sarà inoltre possibile avvicinarsi a questo sport grazie all’esposizione di materiale tecnico e alla proiezione di video informativi. Attesa per le ore 19 la scenografica dimostrazione di colpi lunghi sul mare con un maestro federale che lancerà delle speciali palline biodegradabili. A contatto con l’acqua si trasformeranno in mangime per pesci.

L’invito che il porto lancia è per una giornata di divertimento e sport all’aria aperta, all’interno della nostra darsena – spiega Giulio Stanzione, amministratore delegato del Porto Turistico di Marina di Ragusa – con l’obiettivo di coinvolgere il pubblico che vorrà gratuitamente partecipare divenendo “beginner golfer”, cioè giocatore principiante di golf. Un’occasione unica per i neofiti che potranno sperimentarsi in una giornata allegra e praticamente in riva al mare, magari scoprendo una passione per questo particolare sport”.

Anche “Il Porto in buca” rientra tra le iniziative del cartellone “Porto Eventi 2014” programmato per la stagione estiva.

Lo scorso week end si è svolto invece il “Sicilia in Jigging”. Giulio Ciavaldini di Roma per il pesce più grosso (una cernia da 3 kg), Emiliano Cacciaguerra di Comiso per la maggior quantità di pescato e Antonio Crisafulli di Messina per il miglior rilascio in mare, sono i tre premiati della manifestazione. L’appuntamento d’inizio estate tra gli appassionati di jigging, inchiku, kabura, ormai divenuto un classico, è stato organizzato dal giovane siciliano Stefano Mazza, specialista di vertical e inchiku e noto pescatore sportivo.

Oltre 40 i concorrenti arrivati da tutta Italia (alcuni anche dalla Croazia) per partecipare alla gara che si è svolta nello specchio d’acqua antistante il porto e per assistere al meeting tecnico sulle nuove attrezzature e sui nuovi artificiali riguardanti lo slow pitch e le sue varianti, incontro che si è svolto presso il Kamena Residence alla presenza di due esperti giapponesi di fama mondiale, Numata Takeshi e Yasushi Kawahara.

Durante le uscite in mare sono stati pescati dentici, dentici corazzieri, scorfani rossi, prai, cernie, san pietro. Una varietà di pesci che solo il mar Mediterraneo riesce a regalare. “E’ andata molto bene e c’è da essere assolutamente soddisfatti perché per tre giorni Marina di Ragusa, anche grazie al grande supporto che ci ha dato il porto, si è trasformata in capitale della pesca sportiva – spiega Stefano Mazza – Siamo soddisfatti per la nutrita partecipazione da parte di concorrenti arrivati anche da fuori Italia e pronti a lasciarsi affascinare da un territorio che davvero in tanti ci invidiano e che oltre alle sue bellezze barocche e alle sue spiagge dorate ha un meraviglioso mare tra l’altro molto ricco di buon pesce”.

pesca 2
I vincitori dell’edizione 2014 di Sicilia in Jigging fotografati davanti al loro ricco bottino

www.portoturisticomarinadiragusa.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here