SHARE

Riva del Garda- Dopo tante derive la Fraglia Vela Riva ospita le barche d’altura e i monotipi dai 20 piedi in su, che per le prossime regate tra giugno e luglio, saranno coinvolte a ritmi serrati: dai crociera e regata si passa ai Protagonist con il Campionato nazionale (19-22 giugno), alla Melges 24 Week (2-6 luglio), ai Campionati Europei Melges 32 (18-20 luglio), alla Coppa Italia J70 (26-27 luglio) fino ai Mondiale Melges 20 (25-30 agosto), con alternate ulteriori regate dedicate a derive e skiff.

A Riva del Garda e sul suo ventoso Alto Garda nel week end si sono vissute due giornate dedicate interamente alla vela d’altura, che hanno coinvolto una quarantina di barche provenienti da tutto il Garda (da Toscolano Maderno, Desenzano a Bardolino, Malcesine e Riva) in appassionanti regate, valide per l’assegnazione del Trofeo Rothoblass (tre prove disputate sabato sommate alla prova calcolata in tempo compensato della Nastro Azzurro) e della storica “Nastro Azzurro”, regata rivana giunta alla sessantaquattresima edizione e quindi un appuntamento imperdibile per chi ha barche d’altura “Crociera” e “Regata” sul lago di Garda.

Foto FV Riva
Foto FV Riva

Per quanto riguarda il 2° Trofeo Rothoblaas sabato sono state disputate tre prove su percorso tra boe (triangolo e bastone), sommate alla lunga di domenica: quattro regate che hanno decretato vincitore Overall in tempo compensato L’Esse 850 di Andreas Zipperle Atreju, seguito da Mowgli (di Franco Rossi) e l’H22 di Michele Voghi Blanca. Nella classifica Classe Regata ha vinto invece il First 41.7 di Franco Rossi (3-1-2-4 i suoi parziali) seguito a ruota dal Dehler 33 Blue Shark di Lorenzo Rossi (5-3-1-8) e il Kelt 7.60 Babbo 2 di Giorgio Vairani, vincitore della primissima prova. Nella categoria minialtura netta vittoria dell’Esse 8.50 di Andreas Zipperle su Atreju, che con 4 primi non ha lasciato chance agli avversari. Secondo posto per Blanca di Michele Voghi, terzo per Jotto Domini Veneti dello YC Verona.

Domenica è stato il momento della 64^ Nastro Azzurro con bel sole e vento che è rimasto disteso su tutto il percorso, coperto dai primi in circa 2 ore e mezzo con partenza e arrivo a Riva del Garda passando attorno all’Isolotto degli Ulivi a sud di Malcesine. Vittoria in tempo reale di Bravissima con al timone uno dei più conosciuti velisti del Garda, Oscar Tonoli, a cui è stato assegnato, quale timoniere della barca vincitrice, il Trofeo perpetuo “Luca Dorigoni”. Vince invece il Trofeo Nastro Azzurro assegnato all’armatore di Bravissima, Sandro Vinci che si è guadagnato il prestigioso Trofeo (con l’ambito Nastro blu consegnato all’arrivo) vincendo in reale con 2 ore, 16 minuti, 17 sec. Al primo fragliotto va invece il Trofeo Galeotto: secondo al traguardo Walter Caldonazzi a bordo del suo Solaris 36 Boheme. All’Ufetto “Gamisei” di  Paolo Compiani prima imbarcazione con una donna a bordo va il Trofeo AIDO-AVIS-ANTO in memoria della “donatrice” Anna Poli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here