SHARE

Porto Cervo- Quantum Racing vince il mondiale della classe TP52, organizzato per la terza volta dallo Yacht Club Costa Smeralda, quest’anno in collaborazione con il title sponsor Audi. Le condizioni di oggi non hanno consentito alla flotta di disputare nessuna delle tre regate a bastone in programma, pertanto la classifica non ha subito variazioni da ieri e ha dichiarato vincente il team americano di Quantum Racing, campione del mondo della classe per la quarta volta. Medaglia d’argento per i brasiliani di Phoenix che chiudono la competizione davanti allo svedese Rán, terzo nella classifica overall.

Quantum. Foto Studio Martinez
Quantum. Foto Studio Martinez

Canta vittoria Doug De Vos, armatore di Quantum Racing, che si porta a casa questo titolo mondiale grazie all’esperienza del proprio equipaggio che ha saputo districarsi al meglio anche in situazioni di vento leggero. A festeggiare è anche il team di Phoenix, di Eduardo Souza Ramos, che con l’ottima prestazione di ieri nei bastoni (due vittorie su tre) è riuscito a scalare la classifica e a piazzarsi sul secondo gradino del podio.

Il vincitore di Coppa America Ed Baird, skipper e timoniere a bordo di Quantum Racing dichiara: “E’ sempre bello venire a Porto Cervo, è un campo di regata magnifico. Quantum sta lavorando duro da sei anni per migliorarsi continuamente, e qui è stata una battaglia serrata con tutta la flotta. La nuova imbarcazione Phoenix è forte, Rán ha regatato bene e poi Azzurra è sempre pericolosa quindi è una soddisfazione arrivare davanti a questi avversari.”

Santiago Lange, tattico di Phoenix, è entusiasta della prestazione: “E’ stata una regata fantastica per noi, siamo un team nuovo su una barca nuova e l’armatore è stato molto felice del risultato raggiunto. La costiera è stata una di quelle regate indimenticabili. Avrei desiderato un po’ più di vento, ma è sempre un piacere e un privilegio essere qui.”

Rimane terzo, con un solo punto di distacco, Rán di Niklas Zennstrom che ha portato a casa due vittorie durante la settimana, nella lunga costiera di giovedì e nel primo bastone di ieri. Con solo tre punti di distacco da Quantum poteva sperare oggi di riconfermarsi campione del mondo come lo scorso anno, ma è andata male. Conclusione amara, infine, per la squadra di casa, Azzurra del Socio YCCS Alberto Roemmers, che dopo essere rimasta nella top three fino all’ultima prova, è scivolata in quarta posizione con il sopraggiungere di Phoenix.

Riccardo Bonadeo, Commdoro dello Yacht Club Costa Smeralda, commenta la settimana trascorsa: E’ stata una settimana complicata, a causa del vento leggero piuttosto inusuale qui a Porto Cervo, ma il Comitato di Regata ha fatto un lavoro eccellente e siamo comunque riusciti a disputare delle belle regate. La costiera di giovedì è stata una riprova della competitività della flotta che ha regatato per tre ore tagliando il traguardo compatta, con pochi secondi di distacco tra una barca e l’altra. Non vediamo l’ora di accogliere nuovamente la flotta qui l’anno prossimo, con nuove imbarcazioni per regate sempre più entusiasmanti.”

La cerimonia di premiazione ha chiuso ufficialmente questa seconda tappa della Barclays 52 Super Series in attesa del prossimo appuntamento per la classe dei TP52 a Palma di Mallorca (4-9 agosto) con la Copa del Rey. Il calendario dello YCCS, invece, prosegue prima con la Coppa Europa Smeralda 888 (27-29 giugno) e poi con l’Invitational Team Racing Challenge (2-6 luglio), primo evento internazionale di team racing organizzato dal Club.

www.yccs.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here