SHARE

Fiumicino- Sulla scia delle ultime tendenze progettuali nel campo del blue water cruising, strada aperta diversi anni fa dal tedesco Sirius-Werf e seguito da Moody e dal Garcia Exploration di Jimmy Cornell, la Comar presenta i disegni del nuovo Comet 46 EX. EX come Explorer o Extreme, concetti che richiamano la navigazione estrema.
E infatti nelle intenzioni del cantiere con sede a Fiumicino c’è la volontà di regalare agli armatori un cruiser in grado di sfidare il ghiaccio dei Poli o i doldrum equatoriali. Un blue water facilmente gestibile da pochi membri d’equipaggio e adatto anche a veleggiate in solitario.

Per la progettazione del Comet 46 EX è stato coinvolto un team di specialisti guidato da Pierpaolo Ballarini. A prendervi parte sono stati: H3O, studio di progettazione di Arcore, ha fornito le forme iniziali e i disegni esecutivi; Smar Azur, azienda scozzese specializzata in simulazioni fluidodinamiche nel settore delle vele è stata incaricata dell’ottimizzazione del piano velico; STYachts di Doug Schckler e Davide Tagliapietra ha progettato appendici e strutture; Comar Yacht disegnerà interni e impianti oltre a occuparsi dell’ingenierizzazione.

Il Comet 46 EX è la neonata in casa Comar che si rivolge ad armatori desiderosi di blue water cruising in tutta sicurezza e comodità
Il Comet 46 EX è la neonata in casa Comar che si rivolge ad armatori desiderosi di blue water cruising in tutta sicurezza e comodità

La carena oceanica del 46 piedi è stata studiata per garantire stabilità e capacità di sviluppare alte velocità alle portanti, senza rinunciare però a navigazioni più boliniere con passaggio dolce sull’onda, non sempre assicurate da questo genere di imbarcazioni. Per il conseguimento dell’obiettivo sono state sviluppate sei differenti carene e poi confrontate fra loro grazie a un sofisticato programma CFD di ultima generazione.

Lo scafo è realizzato in infusione di vinilestere e vetro kevlar per la massima resistenza all’impatto e alla compressione e rinforzi in carbonio nelle zone più sollecitate. Sono previsti inoltre una crash box sacrificale a prua, il gavone di poppa perfettamente stagno per l’adozione dei passaparatie in acciaio inox, la calavele stagna con paratia anticollisione e, a richiesta, la porta stagna della cabina di prua.

Particolare attenzione è stata rivolta alla chiglia pivotante in grado, una volta alzata, di sostenere l'imbarcazione alata, stabile, senza altri sostegni e in perfetto equilibrio.
Particolare attenzione è stata rivolta alla chiglia pivotante in grado, una volta alzata, di sostenere l’imbarcazione alata, stabile, senza altri sostegni e in perfetto equilibrio.

La pilot house garantisce una visibilità a 360 gradi permettendo quindi una conduzione dall’interno in perfetta sicurezza attraverso una seconda stazione dell’autopilota. Opzionale un comando del motore al carteggio e un joystick.

La forma della tuga leggermente rialzata verso prua fornisce un utile puntapiedi a barca sbandata, il pozzetto protetto e profondo offre riparo e sicurezza all’equipaggio anche in condizioni meteo impegnative. All’interno del pozzetto tutto è stato studiato con cura e ogni soluzione tecnica trova il giusto spazio. Ne è un esempio il vano della zattera di salvataggio previsti sotto il tavolo del pozzetto.

La posizione dei timoni garantisce una perfetta visibilità nonostante la pilot house e i winch sono immediatamente disponibili al timoniere.

La chiglia pivotante è supportata da una poderosa struttura ed è azionata da un sistema idraulico che in caso di collisione sblocca il meccanismo di movimentazione senza causare danni. La chiglia in posizione sollevata insieme ai due timoni è in grado di sostenere l’imbarcazione alata, stabile, senza altri sostegni e in perfetto equilibrio.

CY_Comet 46 ex_3 cabins layout

Il layout degli interni prevede versioni a 2 o 3 cabine e due bagni e secondo la tradizione Comar esistono ampie possibilità di personalizzazione.

Scheda tecnica
Progetto: Pierpaolo Ballarini e altre aziende
Lunghezza: 13,99 m
Larghezza: 4,50 m
Immersione: 1,60-3,50 m
Dislocamento: 11.500 kg
Sup velica: 116,00 mq

www.comaryachts.it

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here