SHARE

Loano – Due prove per il gruppo A, una per il gruppo B: è questo il bilancio della terza giornata di regate al Campionato Italiano Assoluto Vela d’Altura, organizzato dallo Yacht Club Marina di Loano con il patrocinio UVAI.

In regata al Campionato Italiano Altura. Foto Taccola
In regata al Campionato Italiano Altura. Foto Taccola

Vento leggero a Loano, l’aria si stende da sudovest intorno agli 8 nodi e poco prima delle 13 il Comitato piazza il campo per la prima prova di giornata. Arya 415 Duvetica di Sergio Valente si dimostra ancora una volta imprendibile in condizioni di poca aria e riesce a staccare bene la flotta e a difendersi dagli attacchi del Sydney 46 GLS Stella e dall’MC46 Seawonder. Duvetica centra due primi di giornata e con 5 punti, contro i 14 di GLS Stella e i 16.5 di Seawonder può affrontare la giornata conclusiva da una posizione nettamente favorita.

Nel gruppo B la situazione resta invece molto incerta. La vittoria di giornata è andata al Grand SOleil 37 siciliano Sagola di Beppe Fornich, che con un bordeggio perfetto sul lato sinistro del campo ha piazzato l’allungo decisivo alla prima bolina. Secondo posto in compensato per l’M37 Coconut di Franceco Sodini, terzo per il T34 Angry Red di Domenico Cicala. In classifica generale Angry Red guida con 6 punti, seguito dall’NM38 Scugnizza, anche oggi nel gruppo di testa in reale, e da Coconut appaiati a 9 punti. L’ultima giornata sarà quindi decisiva con il GRand Soleil 37 Kryos a 10 punti che può ancora rientrare nei giochi.

Campo di regata molto tecnico, irregolare come direzione del vento in alcune fasi, un particolare che ha reso le regate molto combattute e incerte, con continui sorpassi che hanno reso le prove in acqua ancora più avvincenti. Alto il livello tecnico della competizione.

Soddisfazione per il commodoro dello Yacht Club Marina di Loano Giorgio Benussi, il primo a dare una grande accoglienza ai velisti arrivati a Loano: “Abbiamo quasi 40 partecipanti, grande accoglienza del club e clima positivo. Siamo orgogliosi di ospitare regate di alto livello, è una sfida per noi ed è quello che vogliamo fare”.

Così Beppe Zaoli di Sea Wonder: “Il Campionato MI sembra organizzato molto bene e siamo in una location fantastica”.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here