SHARE

Travemunde, Germania- Un’altra vittoria italiana al Mondiale 420, tradizionalmente classe dove i nostri giovani equipaggi vanno per la maggiore. Questa volta ci sono riuscite Carlotta Omari e Francesca Russo Cirillo, le due veliste triestine che hanno conquistato oggi il titolo iridato nella categoria femminile.

Francesca
Carlotta Omari e Francesca Russo Cirillo. Foto Beeck

A causa di un vento leggero e instabile, pioggia e foschia, oggi il Comitato di Regata ha atteso fino alle 14 per tentare di far disputare le ultime due prove previste dal programma, poi, una volta
appurato che le condizioni non sarebbero migliorate (il tempo limite per dare il via alle
regate erano le 16), ha ufficializzato una decisione che era nell’aria fin da questa mattina:
niente regate, quindi, e titolo iridato a Carlotta Omari (Circolo Nautico Sirena) e Francesca
Russo Cirillo (Società Velica Barcola Grignano) che grazie ai parziali 7-1-2-2-4-1-14-29-6-
3 si aggiudicano il Mondiale davanti all’equipaggio di Singapore Lim-Siew e alle greche
Tavoulari-Koutsoumpou.

Molto bene anche le altre ragazze azzurre: Elena Picotti-Maria Coluzzi sono quarte e Clara Addari e Arianna Perini decime, mentre Karen Yoana Simoni e Aurora Pigani tredicesime e Maria Vittoria Marchesini e Alice Linussi 29me.

Nella classifica Open, titolo agli spagnoli Ruiz-Davila, con gli italiani: 22.Ferraro-Orlando, 27.Pincherle-Basharzad, 38.Maccari-Mauro, 44.Caiconti-Portoraro.

Queste le dichiarazioni di Anna Bacchiega, vincitrice di due Campionati del Mondo 470 e
Olimpionica ai Giochi di Seoul nel 1988, attuale Consigliere Federale con delega
all’Attività Giovanile Under 16, 19 e 21: “Mi fa molto piacere che l’Italia continui a vincere
questi titoli, anche perché, per formazione, sono molto vicina a queste classi, e conosco
bene le ragazze. Un plauso va agli allenatori dei circoli e della classe 420, tecnici che nei
doppi, qui in Italia, sono di ottimo livello e ogni anno sfornano ragazzi e ragazze che
vincono titoli: restare sempre al top sembra facile ma non lo è affatto. Come Federazione
Vela quest’anno abbiamo cercato di riproporre le squadre e qualcosa abbiamo fatto anche
noi, ma il merito principale è dei loro tecnici e delle stesse ragazze. Oltre al titolo, mi
preme sottolineare anche il risultato degli altri equipaggi che hanno chiuso ai piani alti
della classifica: abbiamo delle ragazze davvero in gamba, che tengono alto il nome della
vela italiana, e questo mi fa molto piacere”.

“E’ bello vedere che abbiamo conquistato un altro titolo Mondiale 420, dove l’Italia
storicamente ha sempre avuto degli ottimi risultati, e voglio fare i complimenti alle ragazze
e ai loro allenatori”, ha aggiunto l’olimpionica Alessandra Sensini, Direttore Tecnico dell’attività giovanile della Federvela. “Significa che tecnicamente gli allenatori italiani sono davvero in gamba e
fanno crescere bene i nostri giovani. Adesso Carlotta Omari e Francesca Russo Cirillo
potranno passare in una classe olimpica con l’entusiasmo e la determinazione che hanno
dimostrato in questi anni, dato che il loro percorso nelle classi giovanili si è concluso”.

www.federvela.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here