SHARE

Les Sables d’Olonne, Francia- Giancarlo Pedote con Prysmian ha vinto la Les Sables-Acores-Les Sables, la regata più importante del calendsario Mini 650 del 2014. Pedote ha concluso al secondo posto la seconda tappa della regata, quella partita da Horta, Faial, e conclusasi oggi a Les Sables. A vincere la tappa è stato il francese Nicolas Boidevezi, che ha preceduto Pedote di tre ore e mezzo, un tempo non sufficiente a mettere in rischio la prima posizione di Prysmian nella classifica finale, visto che nella prima tappa il velista fiorentino aveva fatto registrare su di lui un vantaggio di 12 ore, 12 minuti e 43 secondi.

Prysmian all'arrivo a Les Sables. Foto Breschi
Prysmian all’arrivo a Les Sables. Foto Breschi

Giancarlo Pedote è arrivato a Les Sables d’Olonne alle ore 20.00 e 16 secondi di oggi, dopo una tappa disputata in controllo, senza rischi eccessivi per mantenere l’ottimo vantaggio conqusitato nella prima frazione, tappa storica per la vela italiana visto che Michele Zambelli aveva fatto registrare il secondo posto.

Partiti da Horta mercoledì 6 alle 19.00 ora italiana, con un giorno in ritardo a causa dell’incerto sviluppo della forte depressione denominata Bertha situata a nord del campo di regata, gli skipper hanno iniziato la loro rotta verso Les Sables d’Olonne spinti a poppa da un vento di 15-20 nodi. Giancarlo Pedote, a bordo del suo prototipo Prysmian ITA 747, ha subito preso la testa della flotta, conducendola per tutta la prima notte, notte in cui ha avuto dei problemi tecnici legati al pilota.

Il secondo giorno ha scelto una rotta più a nord che gli ha fatto incontrare per primo sia il calo di vento, sia l’influenza della depressione, grazia alla quale in una sola notte ha recuperato 12 miglia. La condotta prudente del velista fiorentino lo ha comunque portato a trovarsi più volte a poche miglia dal primo, ma gli ha fatto anche scegliere di non buttarsi tra i venti più forti, per preservare le proprie forze, quelle dell’imbarcazione ed evitare inutili pericoli.

Nelle prime ore della giornata Giancarlo Pedote aveva recuperato numerose miglia sul distacco con Boidevezi, ma all’arrivo ha incontrato un netto calo di vento che ha fatto in modo che gli ci volessero circa tre ore per percorrere le ultime dieci miglia…

Giancarlo Pedote all'arrivo. Foto Breschi
Giancarlo Pedote all’arrivo. Foto Breschi

La Les Sables Les Açores era la terza prova valevole per il per il “Championnat de France Promotion Course au Large en Solitaire – Mini 6,50”, organizzato dalla Fédération Française de Voile in collaborazione con la Classe Mini francese, campionato che ogni anno incorona i due skipper (categoria serie e categoria prototipi) che hanno ottenuto i migliori risultati a tre importanti regate.

Le altre prove valevoli per il campionato del 2014 erano la Pornichet Select e il Trofeo Marie-Agnès Péron, entrambe vinte da Pedote e Prysmian.

Adesso l’attenzione di Pedote si concentrerà sul Class 40 Fantastica, messogli a disposizione dall’armatore Lanfranco Cirillo, con cui Pedote disputerà la mitica Route du Rhum il prossimo novembre.

Michele Zambelli. Foto Breschi
Michele Zambelli. Foto Breschi

Michele Zambelli con Fontanot ha concluso la tappa in nottata al quarto posto, beffato per due minuti da Ian Lipinsky. Ciò gli ha comunque garantito un importantissimo terzo posto sul podio finale dietro a Pedote e Boidevezi. Uno storico risultato per la vela itraliana in questa classe, da sempre terreno di conquista dei francesi, che devono ora vedersela con gli italiani… in attesa della Mini Transat del 2015.

3 COMMENTS

  1. Che pedote non abbia vinto il (un) titolo di velista dell anno é uno scandalo. O meglio la dice lunga sulla serietà di questi premi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here