SHARE

Porto Santo Stefano- Tragedia domenica scorsa alle Formiche di Grosseto, mini arcipelago di tre scogli ben noto ai subacquei che si trova al largo della costa maremmana. Tre sub hanno perso la vita mentre un quarto è stato trasportato con urgenza all’ospedale di Grosseto dalla Guardia Costiera. Il gruppo era composto da undici diver. I sub scomparsi sono Fabio Giaimo, medico di 57 anni di Perugia, Enrico Cioli, 35 anni e Gianluca Trevani, 37 anni. Il gruppo era partito da Talamone con una motobarca della ABC Diving di Talamone gestita in questa occasione dalla società umbra Thalassa Club, che aveva organizzato l’escursione alle Formiche.

A intervenire è stata la Guardia Costiera che, dopo la chiamata ricevuta dalla sala operativa attraverso il numero 1530 dedicato alle emergenze in mare, ha inviato sul luogo due motovedette, una da Porto Santo Stefano e l’altra da Castiglione della Pescaia, un gommone e un elicottero decollato da Sarzana.

Motovedette della Guardia Costiera impegnate nelle operazioni "Mare Sicuro"
Motovedette della Guardia Costiera impegnate nelle operazioni “Mare Sicuro”

Una volta sul posto, i militari della Guardia Costiera hanno trovato i corpi di tre sub ormai privi di vita mentre il quarto aveva perso conoscenza. Quest’ultimo è stato trasportato con urgenza prima alla maggiore delle Formiche per ricevere le cure mediche del personale del 118 e poi all’ospedale di Grosseto. I corpi degli altri tre sub, invece, sono stati trasferiti a Porto Santo Stefano dove è in corso l’indagine della Guardia Costiera per appurare le cause del decesso. Su disposizione della Procura della Repubblica di Grosseto, è stata posta sotto sequestro l’attrezzatura indossata dai quattro sub nel corso dell’immersione.

Dall’inizio dell’anno diversi sono stati i casi di malore durante le fasi di immersione. Per questo la Guardia Costiera raccomanda di controllare sempre il corretto funzionamento della propria attrezzatura e di essere sempre in piena efficienza fisica prima di immergersi in acqua.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here