SHARE

Stoccolma, Svezia- Artemis Racing, il team svedese ma di forte impronta multinazionale di proprietà di Torbjorn Tornqvist, ha presentato ieri al Moderna Museet di Stoccolma la sua campagna per la 35th America’s Cup. Insieme al defender Oracle Racing e al già annunciato Luna Rossa Challenge, Artemis è quindi il terzo team ufficialmente in attività per la prossima Coppa. A quanto risulta a FareVela anche Team France avrebbe pagato la quota d’iscrizione entro il termine dell’8 agosto e avrà in Juan Kouyoumdjian uno dei responsabili del design team.

Tornqvist con il commodoro del Royal Swedish Yacht Club
Tornqvist con il commodoro del Royal Swedish Yacht Club e la Coppa a Stoccolma

In attesa di conferme definitive da parte di Team New Zealand e Ben Ainslie Racing, che però sarebbe a punto di perdere il sostegno storico di JP Morgan, e contando il clamoroso ritiro dell’iniziale challenger of record Team Australia, potrebbero essere quindi cinque gli sfidanti alla prossima Coppa, che si disputerà come noto sugli AC62 nel 2017, in una sede che dovrebbe essere annunciata entrro la fine del 2014.

Artemis ha riunito a Stoccolma il suo poderoso team, che nella parte velica ha aggiunto il nome di Freddy Loof, il miglior velista svedese vincitore di due bronzi e un oro olimpici tra Star e Finn. Loof si aggiunge a un sailing team che vede nel team manager e tattico Iain Percy e nello skipper e timoniere Nathan Outteridge le stelle indiscusse.

Tra gli acquisti anche il coach Rod Davis, anche lui olimpionico di Soling e Finn, già con Luna Rossa e Team New Zealand nelle ultime edizioni della Coppa e veterano di otto campagne. Ingaggiato anche Max Salminen, prodiere di Loof nell’oro di Weymouth 2012 nella classe Star. Al momento il sailing team è minimale (sugli AC62 si regaterà in otto), contando oltre ai citati anche Chris Brittle (GBR), Jain Jensen (AUS, prodiere di Outteridge nel 49er oro olimpico), Christian Kamp (DEN).

Il video della presentazione:

Confermato nel design team anche Loick Peyron, che era arrivato in Artemis negli ultimi mesi della scorsa tragica campagna culminata il 9 maggio 2013 nel tragico incidente che costò la vita ad Andrew Simpson. Il design coordinator è Adam May. Da segnalare la presenza di Vincent Lauriot-Prévost del celebre studio VPLP.

Del team fa parte anche un italiano, il toscano Edoardo Donati, coordinatore del rigging, alla sua seconda campagna con Artemis dopo le esperienze in Luna Rossa e Oracle Racing.

Artemis, che continua a lavorare nella sua base di Alameda, Baia di San Francisco, regaterà ancora per il guidone del Kungliga Svenska Segel Sällskapet (KSSS), ovvero il Royal Swedish Yacht Club. Artemis ha anche annunciato una serie di programmi legati alla promozione della vela tra i giovani svedesi e il supporto economico alla Andrew Simpson Sailing.

www.artemisracing.com

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here