SHARE

Cardiff, UK- La prima giornata di regate delle Extreme Sailing Series nella baia di Cardiff ha visto la flotta degli Extreme 40 affrontare condizioni impegnative dal punto di vista tattico, con il team di casa J.P. Morgan BAR che ha allungato subito il passo e tre team costretti ad una notte di riparazioni.

La giornata ha offerto nove prove veloci, durate al massimo 10 minuti ciascuna, in cui tailer, timonieri e tattici hanno faticato non poco. Il nuovo duo Paul Campbell-James e Ben Ainslie a bordo di J.P.Morgan BAR ha funzionato alla perfezione, in particolare nel timing e nella velocità della barca durante le partenze.

Credit - Lloyd Images
JP Morgan. Credit – Lloyd Images

“E’ stata una giornata molto fisica oggi e la nostra preparazione atletica sta iniziando a dare I suoi frutti.” Ha commentato Ben Ainslie, che non competeva nel Regno Unito dalla sua medaglia d’oro a Londra 2012. “Ci piace molto regatare davanti al pubblico di casa, non abbiamo molte occasioni per farlo e Cardiff è un’ottima location; è un campo di regata impegnativo ed è molto importante riuscire a fare delle buone partenze con un vento cosi instabile. Nei prossimi giorni dobbiamo rimanere concentrati e lavorare duro per poter arrivare al finale tra I primi equipaggi.”

Nella nona e ultima prova il vento è aumentato e il comitato di regatta ha deciso per motivi di sicurezza di non far salire gli ospiti a bordo degli Extreme 40. Poco dopo la partenza, durante un giro di boa, GAC Pindar non è riuscito ad evitare la collisione e ha colpito I francesi di Groupama sailing team sul lato sinistro, passando da 10 nodi di velocità a zero in un secondo e costringendo entrambi I team ad una notte di riparazioni.

Ottima giornata invece per I danesi di SAP Extreme Sailing che grazie a due vittorie chiudono al secondo posto della classifica provvisoria ad un punto dai leader del circuito, gli svizzeri di Alinghi, oggi apparsi leggermente in difficoltà.
Gli omaniti di The Wave, Muscat chiudono la giornata in quarta posizione, davanti ad ad un sorprendente Realtem che però dovra effettuare le riparazioni necessarie per ripristinare uno scafo delaminato a causa di un contatto con Gazprom Team Russia.
Omani Air, dopo aver guadagnato la vittoria della prima prova di giornata, chiude in sesta posizione con 44 punti.

Con la linea di partenza lunga appena 300 metri e posizionata vicina alla costa, la tattica di pre partenza ha giocato un ruolo chiave, per gli 11 Extreme 40 a caccia della posizione migliore, cosa che non è riuscita ai kiwi di Emirates Team New Zealand, confinati nelle posizioni più arretrate per la maggior parte della giornata, che riescono a guadagnare qualche punto prezioso grazie ad una vittoria nella settima prova.
“E’ stata dura oggi e mi sono sentito un po’ arrugginito visto che non ho gareggiato nel circuito dopo l’Oman, e devo dire che alcuni equipaggi sono ad un livello molto alto” ha ammesso lo skipper Dean Barker. “Non abbiamo fatto delle buone partenze e abbiamo commesso alcuni errori che alla fine della giornata hanno fatto la differenza. Siamo leggermente indietro rispetto ai primi team, ma siamo solo all’inizio e ci sono molte opportunità per recuperare terreno.”

Gli Extreme 40 scenderanno di nuovo in acqua domani e di certo non mancherà l’azione con previsioni di venti fino a 20 nodi di intensità.

E’ possibile seguire le regate online live dalle ore 14.30 UTC, le 16:30 in Italia, qui:
Live Day two:

Il Cardiff Harbour Festival ospita il quinto Act delle Extreme Sailing Series™ presentato da Land Rover.

Classifica provvisoria Day 1, dopo 9 prove
Position / Team / Punti
1 J.P. Morgan BAR (GBR) Ben Ainslie, Nick Hutton, Paul Campbell-James, Bleddyn Mon, Matt Cornwell 70 punti.
2 SAP Extreme Sailing Team (DEN) Jes Gram-Hansen, Rasmus Køstner, Thierry Douillard, Jonas Hviid-Nielsen, Brad Farrand, Nicolai Sehested 62 punti.
3 Alinghi (SUI) Morgan Larson, Anna Tunnicliffe, Pierre-Yves Jorand, Nils Frei, Yves Detrey 61 punti.
4 The Wave, Muscat (OMA) Leigh McMillan, Sarah Ayton, Pete Greenhalgh, Kinley Fowler, Nasser Al Mashari 58 punti.
5 Realteam by Realstone (SUI) Jérôme Clerc, Arnaud Psarofaghis, Bruno Barbarin, Bryan Mettraux, Thierry Wassem 56 punti.
6 Oman Air (OMA) Rob Greenhalgh, Ted Hackney, Kyle Langford, Hashim Al Rashdi, Musab Al Hadi 44 punti.
7 Emirates Team New Zealand (NZL) Dean Barker, Ray Davies, James Dagg, Jeremy Lomas, Edwin Delaat 37 punti.
8 Red Bull Sailing Team (AUT) Roman Hagara, Hans-Peter Steinacher, Mark Bulkeley, Shaun Mason, Stewart Dodson 33 punti.
9 Groupama sailing team (FRA) Franck Cammas, Romain Motteau, Tanguy Cariou, Thierry Fouchier, Devan Le Bihan 33 punti.
10 Gazprom Team Russia (RUS) Igor Lisovenko, Phil Robertson, Matt Adams, Pete Cumming, Aleksey Kulakov 26 punti.
11 GAC Pindar (AUS) Nathan Wilmot, Hugh Styles, Ed Smyth, Seve Jarvin, James Wierzbowski 21 punti.

www.extremesailingseries.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here