SHARE

Montecarlo – Il Tp 52 B2, armato da Pierre Casiraghi con Tommaso Chieffi alla tattica, ha conquistato la line honurs della decima Palermo-Montecarlo, chiudendo la regata in poco meno di 72 ore. Impeccabile la strategia di B2, che ha staccato gli avversari diretti alla prima zona di bonaccia vera a est della Sardegna, aggirando le calme da ovest con un gape di miglia che gli inseguitori non hanno più colmato.

Il tuffo di rito per gli uomini di B2 dopo l'arrivo in porto
Il tuffo di rito per gli uomini di B2 dopo l’arrivo in porto

Inseguitori decimati poi dall’arrivo di una forte corrente di ovest-nordovest: si sono ritirati in sequenza il Carkeek 47 Black Pearl, l’Arya 415 Duvetica (per la rottura del timone) tutte barche candidate al podio. Problemi anche per il Farr 53 QQ7 che ha fatto una sosta a Bastia. Non sono le uniche ritirate a causa del forte Maestrale, tra le “vittime” illustri anche il Pogo 40 Patricia II con l’esperto solitario Mario Girelli. Difficile dire in questa fase se B2 possa ambire anche alla vittoria in tempo compensato, successo verso il quale sembrano candidate tre differenti imbarcazioni: il J111 Black Bull, l’X-41 Wb Five e l’X-41 Extra 1. I due X-41 hanno ingaggiato da diverse ore una sfida di velocità pura, ormai a circa 50 miglia dall’arrivo, con Black Bull poco dietro pronto a sfruttare il minimo errore. Il calcolo dei rating dirà presto chi ha avuto la meglio. Per Black Bull il risultato finale sarà decisivo anche in ottica Campionato Italiano Offshore, con l’avversario diretto BlueOne che in questo momento non sembra potere impensierire l’equipaggio guidato da Pietro D’Alì in tempo compensato, ma è ancora presto per fare bilanci.

A poco più di 10 miglia dall’arrivo a Montecarlo si trovano invece Spirit of Europe, Tsaar Peter e Wohpe, ma nessuno dei tre sembra avere le carte in regola per la vittoria finale in compensato.

La vittoria in reale della X2 sembra ormai un affare privato tra il Sun Fast 3600 Lunatika di Stefano Chiarotti e il First 40.7 Blucolombre di Massimo Juris, entrambe a meno di 90 miglia dal traguardo. Lunatika ha aumentato il vantaggio a 6 miglia ma Blucolombre, autore comunque di una grandissima regata, non molla e prova a tenere il passo nella risalita verso Montecarlo. Gli altri concorrenti della X2 hanno optato per la rotta a est della Corsica e non hanno più chance di rientrare nelle prime posizioni, mentre il super favorito della vigilia, il Comet 41s Prospettica, sta facendo rotta sulla Toscana dove probabilmente annuncerà il ritiro dalla regata. Prospettica non era comunque nelle posizioni di testa.

Abbiamo sentito telefonicamente il co-skipper di Lunatika, Ruggero Bellucci: “Blucolombre è passato al gate di Porto Cervo 25 minuti dietro di noi, abbiamo imboccato entrambi il passo delle Bisce, noi con due mani alla randa e fiocco terzarolato. La notte è stata durissima, vento sempre oltre i 30 nodi e mare corto e ripidissimo, veramente impegnativo”.

http://93.63.160.235/geomat/palermomontecarlo/index.html

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here